Una storia romanzata quella cantata da Guendalina nel brano Velluto Rosso

Cromaticamente forte la comunicazione che giunge da questa giovane cantautrice: quel filtro messo davanti all’obiettivo, rende tutto virato verso un rosso naive e quasi fumè, perché il testo è da seguire con attenzione. Il messaggio giunge diretto, con un cuore aperto verso la condivisione… In questo periodo malinconico sono contenta di condividere con voi Velluto Rosso, la trovate su tutte le piattaforme digitali. Una canzone che ho portato tantissime volte live e finalmente la potete trovare ovunque! Ho deciso di raccontare un’esperienza personale sotto forma di storia romanzata, provocatoria e anche un po’ incazzata, adatta a questa stagione autunnale dai colori rossi e caldi..

La cosa che amo fare sono i concerti, poter avere un contatto diretto con il pubblico, e sperare che possa essere una catarsi (tralasciando il periodo critico in cui ci troviamo). Sono molto legata alla danza, all’arte, al teatro, per cui sto cercando di rendere le mie performance curate a livello scenografico e coreografico.  Vorrei creare qualcosa di unico, e grazie all’aiuto anche del mio team di amiche/familiari sono riuscita a pubblicare videoclip delle mie canzoni, a fare grafiche originali e vestiti unici per le mie esibizioni. Quello che vorrei dimostrare è che anche non avendo una grande disponibilità economica, anche con persone che ti ostacolano, se continui ad essere determinato e ad insistere puoi ottenere dei risultati. 
Parole sagge, importanti in questo momento di emergenza sanitaria. Per questo Guendalina ci piace, perché sta tirandosi su le maniche e con l’aiuto solo degli amici.