Sessioni Segrete, nuovo album di Attilio Fontana accompagnato dal singolo Triangolo

Un progetto dedicato al rituale delle piccole cose; il primo passo è l’omaggio a Renato Zero! Ma Attilio Fontana ci ha abituato ai suoi “inchini” ai grandi della musica italiana. Sostiene infatti il nostro diretur Giancarlo PassarellaAvvicinarsi ad un evergreen è cosa facile all’inizio, ma pericolosa se fatta con superficialità. Come ha dimostrato vincendo due edizioni di Tale e quale show (di/con Carlo Conti), Attilio non propone caricature di artisti famosi o copie senza anima di canzoni celebri. Il suo ricordo di Lucio Battisti mi mette ancora i brividi! Da qui la mia personale curiosità a scoprire di più di questo suo ramake, ma anche di tutto il nuovo progetto discografico..
Ma una cosa che farà felici i collezionisti di rarità discografiche (come il nostro Passarella) è sapere che Sessioni Segrete sarà anche disponibile in una tiratura limitata di sole 100 copie. Cento CD-arte con allegata una barchetta di carta dipinta ad acquerello e piegata sul testo scritto a mano di una delle canzoni contenute nell’album, a cui si aggiungeranno una foglia a forma di cuore e una frase “amuleto”. Questa confezione sarà in esclusiva per i primi cento che acquisteranno l’album, un progetto dedicato al rituale delle piccole cose.

Attilio Fontana (cercando di ritrovare la giusta leggerezza per superare questa emergenza sanitaria) ha deciso di pubblicare come singolo di Sessioni Segrete (il suo nuovo album acustico) un cult come Triangolo di Renato Zero. Ma lo fa producendo una versione club che ci riporta languidamente in un’atmosfera fumosa, come a sentire nostalgia della musica vera, quella dal vivo. In un’atmosfera da film anni ottanta con un sound minimale, Attilio cerca in questa distonia di farci ancora sognare, di poter tornare trasgressivi e trasgressori con la zattera dell’ironia pronta a salvarci mentre cerchiamo di approdare di nuovo su quell’isola “umana” ed empatica che chiamavamo Amore. Ha dichiarato l’artista … Lui chi è? Come mai l’hai portato con te… ho deciso di esorcizzare questo periodo cercando una canzone amuleto per proteggerci dall’intruso più fastidioso che ci sia capitato da un secolo ad oggi! La parte del coro nel ritornello la affido a voi che in macchina, in ufficio o sotto la doccia potete cantare il vostro “lui chi è”, in attesa che riparta la vita “reale” per tutti ..

Ringraziamo di cuore Sara Salaorni (ufficio stampa di Safe&Sound) per averci fornito queste notizie, perché tra queste due foto sono passati 20 anni. Dai giovanili I Ragazzi Italiani alla maturità..