Il Re Leone nelle musiche di Hans Zimmer

Il film “Il Re Leone” con le musiche di Hans Zimmer e con la collaborazione del paroliere Tim Rice (passato per “Jesus Christ Superstar” e poi “Evita)  è passato alla storia del cinema come uno dei più bei cartoni Disney. In Italia, Ivana Spagna ha interpretato la canzone “Il cerchio della vita” (cantata da Elton Jones nella versione americana).

“Il re leone” è entrato a far parte anche del videogioco “Kingdom Hearts” per aiutare il protagonista Sora durante i suoi combattimenti. L’operazione “Kingdom Hearts” è un ponte tra due universi, quello americano della Disney e quello giapponese della Square (casa produttrice di software nota per la sua saga di “Final Fantasy”), infatti questi mondi coincidono ed i personaggi interagiscono tra di loro. Così possiamo vedere un Jack Skeletron di “Nightmare Before Christmas” aiutare il protagonista nell’esplorazione del paese di Halloween, riprodotto digitalmente fin ogni più piccolo dettaglio. Il Game Designer è Tetsuya Nomura ed il compositore del videogioco è Yoko Shimomura. Nomura ha diretto anche un film in computer graphic tratto da un videogioco Final Fantasy VII: Advent Children, stavolta con le musiche di Nobuo Uematsu (storico compositore della saga di Final Fantasy). Nella storia dei due paesi America e Giappone, è stato sempre saldo il loro rapporto basato su interscambi, basti pensare Quentin Tarantino che in “Kill Bill” ha inserito un vero e proprio cartone giapponese, mentre le sorelle Watchowki hanno prodotto il film animato “Animatrix”. Ma la storia è ancora più lunga e contorta e risale al re dei manga Osamu Tezuka, che è partito negli anni ’50 dagli occhioni di “Bambi” per creare il linguaggio dei cartoni giapponesi con il suo capolavoro “Kimba il leone bianco”. Il quale ha molte affinità con il “Re leone” facendo venire molti dubbi sulla paternità dell’opera Disney. Tornando al paroliere Tim Rice, si è occupato anche di Aladdin, recente live action di Guy Ritchie, in precedenza si trattava del bel cartone Disney, dove il genio aveva la voce del compianto Gigi proietti. Altro cartone Disney con l’interessante colonna sonora è Tarzan, dove l’ex Genesis, Phil Collins intona le varie canzoni, interessante anche La Bella e la bestia, con il duetto di Gino Paoli e Amanda Sandrelli. Insomma grazie alla Disney, che ha sempre dato molto rilievo ai suoi musical animati, nel campo elettronico è nato un nuovo ibrido che fa da ponte tra terre così lontane, e così vicine: l’America ed il Giappone.

(a cura di Jean-Pierre Colella)