Firenze Suona Music Contest – Primo quarto di finale – Venerdì 5 Febbraio 2021

In diretta dal Koan Studio di Firenze, una elegante Elisa Giobbi ed uno scanzonato Leonardo Canestrelli (con la t-shirt dei Joy Division) hanno presentato i primi 6 artisti di questa edizione. Ci è piaciuto tutto; un ritmo sostenuto per i 62 minuti della trasmissione e la possibilità di seguirla in diretta, ma ora anche su YouTube. Il pubblico può votare, ma è basilare l’apporto che da la giuria, composta da ben 40 operatori del settore (tra questi anche il nostro diretur Giancarlo Passarella). Per completare la bontà del progetto, direi che un plauso va fatto sia a chi ha curato l’aspetto tecnico dal Koan Studio, ma anche a Lorenzo Bartolini: a lui si sono affidati per la grafica e gli stacchetti tra un artista e l’altro, con un risultato fresco ed assai professionale. Venerdì 12 Febbraio il secondo quarto di finale: sintonizzatevi sui canali social di Firenze Suona Music Contest.

Il primo quarto di finale è stato aperto dai Cubirossi: trio pisano che si autodefiniscono rock alternative, pop ed elettronico. La chitarra in alcuni momenti diventa soft metal e presentano Società Anormale e Il Processo. Poi ecco i pratesi Bozoo: in origine questo era il titolo di una canzone poi diventato il nome della band; il quartetto propone un grunge languido, venato di blues e stoner, puntadno sui due brani They call me nobody e Bird. La veronese Amaranto non è presente ai Koan Studio, ma si esibisce live ed invia il relativo video: propone i due singoli Chiedo sempre e Paracadute. Viene dalla ligabuiana Correggio la giovane Nova (vero nome Giada) che definisce la sua musica pop indie. Le due sue canzoni sono La notte ha preso l’eleganza e Milano. In video anche il contributo live del torinese Cornio: Limite e Serena sono i suoi brani. Chiudono la prima trasmissione i fiorentini Aida che confessano subito di aver scelto il loro nome dall’omonimo brano di Rino Gaetano: il loro cantautorato rock si concretizza nei brani Sudare (scritto mentre in aereo il cantante andava a Berlino) e Già cala il sole.