Lastanzadigreta esce con il video di Pesce comune

Balletto Teatro di Torino e Lastanzadigreta collaborano per un progetto audiovisivo originaleil video di Pesce comune, nuovo brano estratto da Macchine inutili. Un incontro tra le canzoni pop «in metallo e legno massello» del gruppo torinese e i danzatori del BTT per inventare un nuovo modo di interazione tra i diversi linguaggi, una collaborazione che unisce «sotto lo  stesso mare» intuizioni, passioni , ricerca e desideri.

Foto di Renzo Chiesa

Il lavoro segna l’inizio della collaborazione tra due affermate realtà torinesi, dopo un primo spettacolo condiviso sul palco della rassegna SCENE di RivoliMusica, nell’estate del 2020. Diretto dal collettivo torinese Ratavoloira – il video mette in scena un atto performativo originale dei sette danzatori del BTT: sette corpi per raccontare «la molteplicità dell’unico» attraverso stratagemmi visivi, ombre, dettagli estrapolati e scenografie, con l’obiettivo di portare lo spettatore in un ambiente surreale ma ben cucito sul testo e le atmosfere della canzone. Il video è stato girato in un lungo piano sequenza presso gli splendidi spazi post-industriali di Cumiana 15, «bene comune restituito alla città» di Torino, in uno dei giorni più freddi di gennaio (con i danzatori eroicamente scalzi sul cemento). I cinque musicisti di Lastanzadigreta vi compaiono intenti a suonare «sotto il mare», in quell’universo nascosto dove – metaforicamente e meno metaforicamente – si vanno a nascondere le verità più scomode, il rimosso del mondo in cui viviamo. Pesce comune, registrata con la collaborazione degli archi e dei fiati della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, è una canzone dedicata alla società contemporanea, un delicato apologo su una civiltà distrutta da se stessa, dalla propria ingordigia e dalla propria arroganza, alle soglie di un «mondo nuovo» che ancora tarda ad arrivare. La canzone perfetta per raccontare l’attuale epoca di incertezza e instabilità, divisa tra vecchie e nuove paure e la speranza di saper ancora – almeno – immaginare un futuro migliore. Macchine inutili, secondo album di Lastanzadigreta è uscito il 5 febbraio in cd, vinile e digitale per La Contorsionista / Sciopero Records, distribuzione Self, con il sostegno del MiBACT e di SIAE nell’ambito del programma “Per chi Crea”. Anticipato dal lyric video della title track e dal singolo ”Attenzione Attenzione“ riprende lo spirito del suo predecessore, nel segno della “musica bambina”, una personale filosofia creativa  diffusa dalla band nel 2017 con tanto di Manifesto .