Addio a Jim Steinman, il Richard Wagner del rock


E’ scomparso all’età di 73 anni il compositore Jim Steinman. Noto per il sodalizio con Meat Loaf, per cui aveva composto capolavori leggendari come “Bat Out Of Hell”, si era affermato anche con hit del calibro di “Total Eclipse Of The Heart” e “Holding Out For A Hero” per Bonnie Tyler. Conosciuto come il “Richard Wagner del Rock”, in quanto prediligeva sonorità e atmosfere crepuscolari (l’autore del resto amava comporre e lavorare di notte), aveva realizzato anche una pregevole produzione da solista. L’artista è scomparso nella serata di lunedì 19 aprile, anche se la notizia si è appresa solo ieri sera. Commosso il ricordo di Meat Loaf: ” Coming here soon, My brother Jimmy. Fly Jimmy Fly”.

Nato il 1° novembre del 1947 a Claremont (Los Angeles), dopo gli studi all’Amherst College, Steinman aveva iniziato a scrivere musica nell’ambito del teatro e del musical. La svolta avvenne nel 1976 con l’incontro con Meat Loaf, un attore e cantante che si era messo in luce l’anno prima nella versione cinematografica del musical “The Rocky Horror Picture Show”. Steinman scrisse per Meat Loaf tutto l’album “Bat Out Of Hell”, che venne prodotto da Todd Rundgren, e che vede tra i musicisti anche Roy Bittan e Max Weinberg della E-Street Band di Bruce Springsteen. Uscito in sordina, grazie a brani simbolo come “Heaven Can Wait”, “You Took the Words Right out of My Mouth (Hot Summer Night)” e la stessa title track l’album è diventato un long seller arrivando a vendere oltre 35 milioni di copie in tutto il mondo. Inoltre a distanza di anni vennero realizzati due sequel: nel 1993 “Bat Out of Hell II: Back into Hell” (caratterizzato dal singolo “I’d Do Anything for Love – But I Won’t Do That) e nel 2006 “Bat Out of Hell III: The Monster Is Loose” (contenente però solo sette canzoni composte da Steinman).

Il successo di questo album sarà alla base di lunghi scontri e riappacificazioni tra Steinman e Meat Loaf. I due infatti dovevano dare seguito al successo del primo album con “Bad For Good”, le cui lavorazioni iniziarono già nel 1978. Ma a causa di problemi di salute di Meat Loaf (rimasto quasi senza voce) il progetto si arenò. Per questo motivo Steinman per motivi contrattuali fu costretto a incidere e pubblicare l’album a suo nome, tanto che uscì nel 1981: nel disco figura anche la bellissima ballad “Lost Boys and Golden Girls”, che sarà poi ripresa in “Bat Out Of Hell II”. La collaborazione con Meat Loaf riprese poi per l’album “Dead Ringer” (1981) interamente composto da Steinman (con la title track cantata in duetto con Cher).

Nel 1983 produsse per Bonnie Tyler l’album “Faster Than The Speed of Night”, e in particolare scrisse il brano “Total Eclipse Of The Heart”, un classico senza tempo. Altro successo per la Tyler fu “Holding Out for a Hero”, inserito nell’album “Secret Dreams and Forbidden Fire” e nella soundtrack del film “Footloose”. Dopo svariate collaborazioni, tra cui si ricorda quella con Barbara Streisand, nel 1989 diede vita al gruppo Pandora’s Box. In questo progetto Steiman era affiancato da quattro cantanti (Ellen Foley, Elaine Caswell, Gina Taylor e Deliria Wilde). Nacque l’album “Original Sin”, che di fatto era una vera e propria opera rock. Un lavoro costato molto, ma che non ottenne grande successo. Alcuni brani di questo lavoro vennero poi ripresi in “Bat Out Of Hell II”.

Nel 1989 la riappacificazione con Meat Loaf, che portò appunto alla realizzazione del seguito del loro primo grande album. Nel 1996 la collaborazione con Cèline Dion con il brano “It’s All Coming Back To Me Now”, mentre nel 1998 è autore dei testi del musical “Whistle Down The Wind” di Andrew Lloyd Webber. Affascinato dal mondo del musical, provò più volte a cimentarsi in questo genere. Dopo un’ipotesi di musical dedicato a Batman, purtroppo sfumato, realizzò “Tanz Der Vampire”, ispirato al film “Per favore non mordermi sul collo” di Roman Polansky. Il musical, che debuttò nel 2002, costò oltre 12 milioni di dollari, ma a Brodway venne smontato dopo appena un mese. In seguito ha realizzato con Michael Reed un musical dedicato a Greta Garbo. Negli anni zero, dopo collaborazioni tra alti e bassi con Meat Loaf, Steinman deciso nel 2008 di prendersi una pausa e restare in silenzio. Nel 2017 però tornò alla ribalta con il musical ispirato a “Bat Out Of Hell”. Con la sua scomparsa la musica rock perde uno dei più grandi compositori del ‘900.