I Ridillo festeggiano con 13 versioni di Figli di una buona stella

Usciva nel 1998 “Ridillove”, il secondo album dei Ridillo, gruppo bandiera del funk & soul italiano. L’album conteneva brani storici come “Mangio amore” e “Figli di una buona stella”, brano del quale sono appena uscite su tutte le piattaforme digitali 13 versioni remix Il brano, tra i pilastri della discografia della band, è nato nel 1997, dopo il successo del primo album e quattro singoli in radio, ed è stato ispirato dal passaggio della cometa Hale Bopp e dai vent’anni della canzone “Figli delle stelle” di Alan Sorrenti. Tra i vari remix, infatti, ci sono versioni che spaziano dal classico suono funky (caratteristica della band) a ritmi house, ma troviamo anche atmosfere jazz, latin soul o R&B. Un’irresistibile tracklist che farà ballare sulle note di una delle più importanti canzoni dei Ridillo, che negli anni ha conservato il suo fascino travolgente. L’uscita dei 13 remix di “Figli di una buona stella” è stata anticipata, il 12 giugno, dalla pubblicazione a tiratura limitata del secondo album in doppio vinile “Ridillove”