Namuda fest 12 luglio: Suonidos Della Pachamama (Madre Terra)

NAMUDA FEST
ASCOLTA IL RESPIRO DEL MONDO
concerti di world music, dialogo tra le culture

direzione artistica Alessandro Longobardi, Rashmi Batt

21 GIUGNO 2021

ore 18.00-19.00 SESSIONE DI YOGA nel verde del parco del Teatro Brancaccio

ore 19.30-21.00 Concerto e presentazione libro

LA LEZIONE DELLA FARFALLA: MUSICA, PAROLE E SILENZI PER RINASCERE
con THE TURBAN PROJECT (NOUREDDINE FATTY, MASSIMILIANO COCCIOLO, RASHMI BHATT)

WORLD SUFI MUSIC

e DANIEL LUMERA
presenta il suo libro “LA LEZIONE DELLA FARFALLA. ” Consapevolezze per rigenerarsi e scoprire un nuovo benessere”.

21 giugno, giornata mondiale dello yoga e della musica, coincide con il solstizio d’estate e con il debutto di Namuda Fest, Natura, Musica, Danza.

Il gruppo musicale The Turban Project abbraccia in un concerto di World Sufi Music le riflessioni di Daniel Lumera sui grandi cambiamenti del nostro tempo e come uscirne rigenerati. La scienza incontra la spiritualità per guidarci verso una nuova frontiera del benessere: individuale, relazionale e collettivo.

Il trio di The Turban Project composto da Noureddine Fatty, Massimiliano Cocciolo, Rashmi Bhatt, suonerà antichi strumenti realizzati in modo artigianale che emettono sonorità catartiche si fonde con quella elettroniche aprendo nuovi spazi all’immaginazione e alla ricerca interiore.
La loro musica si è arricchita dell’esperienze maturate nei viaggi tra i continenti del mondo, assimilando le tradizioni per giungere ad una propria espressione artistica e musicale.


12 LUGLIO 2021 – ore 20:00


SUONIDOS DELLA PACHAMAMA (Madre Terra)
musiche dalle Ande della Colombia e del Chile;
concerto EL VIAJE con
Roland Ricaurte (flauti andini, chitarra e voce)
Bhody Vatayana (charango, voce, flauti)

Interviene il Dr. Nelson Osorio (giornalista e storico colombiano)

Un concerto che spazia dalle musiche popolari delle Ande alle composizioni originali di Roland Ricaurte, polistrumentista etnomusicologo colombiano.

Un viaggio musicale, parte del progetto compositivo dell’artista che, accompagnato dal charanguista polistrumentista cileno Bhody Vatayana, con numerosi strumenti musicali delle americhe suonati contemporaneamente, darà voce a composizioni originali creando un mondo di sonorità autentiche.

La musica del “Viaje” è un incontro tra diverse culture.

19 LUGLIO 2021 – ore 20:00

ADIO KERIDA
canti e racconti della Spagna Ebraica, inCanto Sefardita
Concerto di MIRIAM MEGHNAGI
Miriam Meghnagi (voce)
Gabriele Coen (sassofono e clarinetto)
Alessandro Gwis (pianoforte, tastiera & electronics)

conferenza del Prof. David Meghnagi
(Prof. Senior di psicologia clinica a Roma Tre) sul Mondo Sefardita: “L’Ebraismo sefardita: la memoria dell’Esilio nella musica e nel canto”.
In occasione della pubblicazione di “Libia Ebraica Memoria e identità” (Editore Salomone Belforte)

Adio Kerida é un viaggio onirico nella cultura ebraica, include letture di poesia e canti privilegiando il mondo sefardita, prima e dopo l’Editto della Regina Isabella che imponeva agli Ebrei l’esilio o la conversione. E nell’esilio gli ebrei hanno conservato la memoria della lingua e del canto e delle feste.
Adio Kerida ne ripercorre il cammino attraverso il Nord Africa e le culture musicali del Mediterraneo, culla di grandi civiltà e religioni, con uno sguardo all’Europa. Ripercorre il cammino degli ebrei nella Storia e nel dialogo, in vari stili e varie lingue (Ebraico, Aramaico, Arabo, Ladino, Bajitto – la lingua degli Ebreei di Livorno – Italiano e…Yidish – la lingua degli ebrei dell’Europa centrale e orientale).
Dal Nord Africa alla Spagna e poi, Italia, i Balcani, la Turchia e lo Yemen. Unisce e distingue e nelle differenze ricorda le affinità e il dialogo.

I ponti su cui si incontrano i popoli sono fragili, Adio Kerida sono le parole e i canti che attraversano mari e muri, che salutano le partenze e gli approdi, che raccontano esodi e incontri, che nelle differenze ricordano le similitudini e sono essi stessi proposta di incontro e di pace.


Molte delle canzoni originali di Miriam Meghnagi si allineano nella catena della tradizione orale. Il concerto è un working progress e si avvantaggia della collaborazione di musicisti di differente background ad ogni stazione. Miriam Meghnagi  sarà accompagnata dai meravigliosi musicisti Gabriele Coen e Alessandro Gwis.

26 LUGLIO – ore 20:00

NOTE DI TERRA
Canti della Terra di alta Murgia
concerto di MARIA MORAMARCO & UARAGNIAUN BAND.

presentazione del libro di Maria Moramarco “Paràule”,
modera il giornalista Beppe Lopez

“Paràule”, un libro che raccoglie le parole antiche custodite nei canti e sopravvissute attraverso la tradizione orale.

“Note di terra” propone parte di questo vasto repertorio dell’Alta Murgia Barese.


04 Agosto – ore 20:00
IL SUONO DELLA MEMORIA
concerto GRIOT
Pape Kanouté  (kora e voce)
Badara Seck (voce e racconti)
Rashmi Bhatt (percussioni);

Un concerto dedicato alla figura Griot nel Africa occidentale.
Un griot (cantastorie mandingo) dell’Africa occidentale non canta per cantare, ma canta la sua memoria. Le canzoni tradizionali dei Griot raccontano i fatti del passato e del presente, le storie di saggezza degli avi.  ” Griot si nasce non si diventa ” .