Lugocontemporanea con Bill Frisell

Torna anche quest’anno dal 20 al 22 luglioLugocontemporanea, la rassegna estiva che, arrivata alla sua 17esima edizione, si pone nel panorama culturale italiano come una tra le più attente e longeve nell’ambito della ricerca artistica.

Ospite speciale della rassegna per una delle sue uniche date italiane, un’icona nel panorama del jazz a livello mondiale, Bill Frisell, chitarrista e compositore statunitense tra i più influenti dell’attuale scena contemporanea. Noto per aver militato nel gruppo Naked City con John Zorn e per le sue rivisitazioni di brani di compositori italiani come Ennio Morricone e di Nino Rota, a Lugo di Romagna Bill Frisell si esibirà in Trio insieme a Thomas Morgan al contrabbasso e Rudy Royston alla batteria. Bill Frisell Trio a Lugocontemporanea presenterà Valentine, l’album che ha vinto il referendum di Musica Jazz “Top Jazz 2020” nella categoria “Disco internazionale dell’anno”. Oltre a Frisell, gli ospiti in cartellone sono tutti esponenti del più prestigioso e innovativo scenario artistico contemporaneo: il tap dancer Guillem Alonso con il vibrafonista Pasquale Mirra, il gruppo Don Karate di Stefano Tamborrino dr, con Pasquale Mirra vibr, Simone Graziano piano + Paolo Pinaglia visual, il progettoelettronico Nuova Superficie di Enrico Malatesta e Giovanni Lami, i video-makerCarloni & Franceschetti, la regista teatrale Chiara Guidi con gli Allievi dell’Istituto di Arte Applicata Iraa Societas

Come ogni anno la rassegna estiva -che da sempre oltre che di musica si occupa di poesia, danza, teatro, visual art– propone un input creativo e di riflessione, il tema dell’edizione 2021 è A Distanza [l’epidemia all’isolamento]. La preposizione “A” apre il mondo di possibilità interpretative della distanza; stare A Distanza è un concetto che nell’ultimo anno abbiamo subito, favorito o accettato ma non è un tema così recente; da tempo si parla della distanza di pensiero tra culture vicine o lontanissime, di quella geografica, per esempio dalle zone di guerra, della distanza dall’ambiente e dalla natura, della distanza tra esseri umani che interagiscono sempre più solo tramite piattaforme virtuali. A causare le distanze è soprattutto il consumismo dilagante, in grado di annientare ogni forma di empatia, ovvero il fondamento stesso del concetto di umanità come motore di solidarietà, comprensione e aiuto. A introdurre le esibizioni artistiche, sul tema sono state invitate a dibattere anche importanti Associazioni come UNESCO Giovani -che già nel 2016 ha premiato l’operato di Lugocontemporanea- ed Educaid l’organizzazione non governativa impegnata nella cooperazione d’aiuto in ambito socio-educativo e vicina alle problematiche infantili in quei luoghi distanti da noi, come a esempio la striscia di Gaza. Tutti gli eventi sono gratuiti, fatta eccezione per l’esibizione del Bill Frisell Trio per cui sono aperte le prevendite sul sito www.lugocontemporanea.it, dove è possibile trovare anche il programma completo della rassegna. Anche quest’anno Lugocontemporanea è dedicata alla memoria di Franco Ranieri, il socio fondatore scomparso il 23 marzo 2020, la mente visionaria che ha regalato al territorio (e non solo) tante idee costruttive e che ha saputo infondere il senso della comunità e tanta bellezza.