Autismo, Frank Zappa ed Alessandro Benvenuti: la presentazione del libro sul film Ivo Il Tardivo

Philippe Chellini ed Enrico Zoi (gli autori del libro edito dalla fiorentina Sarnus) in gran spolvero, pronti a rispondere alle domande di Giancarlo Passarella: ieri sera alla Rondinella del Torrino ci siamo divertiti a scoprire come è stato costruito questo libro, dedicato ad uno dei primi film in cui si tratta della galassia autismo, assieme a Rain Main e Forest Gump. Bellissimo l’intervento in video di Alessandro Benvenuti, grato a tutti per l’interesse verso questa pellicola e pieno di complimenti per il lavoro svolto da Chellini e Zoi: i due ci hanno raccontato come hanno organizzato il loro lavoro, dividendosi i compiti tra raccogliere le testimonianze sui luoghi in cui fu girato il film (in primis Castelnuovo dei Sabbioni) ed organizzare tutti gli altri aspetti del libro, una vera e propria indagine.

Tra i presenti anche Gianna Giachetti, l’indimenticabile Bice del film Bagnomaria (di/con Giorgio Panariello): intervistata su chi sia Benvenuti (con cui ha lavorato nel film Ritorno a casa Gori), ha tratteggiato i pregi del suo carattere, ma anche l’indubbia poesia che dai suoi lavori sgorga spontanea. Risate sincere, quando ha chiesto di poter lavorare ancora con lui, prima che gli venga consegnato l’Oscar. Tra le altre mille cose emerse, anche la forte passione per la musica di Alessandro Benvenuti: viene citato anche film del 1971 di Frank Zappa, intitolato 200 Motels. Poi si parla della colonna sonora composta dal fido Patrizio Fariselli, già al lavoro con Roberto Vecchioni, Area ed Eugenio Finardi.

Prima del firmacopie, c’è ancora il tempo di dare uno sguardo ad una manciata di fotografie (proiettate sul maxi schermo), in cui ci sono anche gli scatti tra Alessandro Benvenuti ed i validi biografi Philippe Chellini ed Enrico Zoi: in una di queste si intravede una t-shirt, stampata per lanciare il film Ivo il Tardivo. Questo manufatto compare magicamente nelle mani di Enrico Zoi che ci racconta come ne sia orgogliosamente geloso e non accetti alcuna contropartita.
Con il sorriso sul viso, ci alziamo soddisfatti per aver compreso la bontà del libro, un piccolo gioiello di sintesi e passione, organizzazione e slanci culturali: come lo stesso Alessandro Benvenuti ..

Le foto qui presenti sono state scattate da Raffaella Braghieri, tranne l’ultima che è di Massimo Pieraccini: li ringraziamo entrambi.