La lezione horror di Michael Kamen

La Zona Morta tratto da un volume di Stephen King, è un film che parla di preveggenza, con un grandioso Chistopher Walken. La colonna sonora è curata da Michael Kamen, che lavorerà per Brazil (Terry Gilliam), Highlander (Russel Mulcahy) ed un altro film con ESPER (dottor Xavier): X-Men (Bryan Singer). Michael Kamen inoltre, nella sua carriera musicale ha stretto collaborazioni con: Pink Floyd; Queen; David Bowie; Eurythmics ed il mitico Zucchero.

Altro film che parla di poteri ESP è: “Sono un fenomeno paranormale” diretto da Corbucci. Film satirico con l’Albertone Nazionale e anche questa volta accompagnato dal consueto arrangiatore Piccioni, che lo ha seguito per tutta la sua carriera: Il tassinaro, Il medico della mutua, In viaggio con papà. Piccioni poi ha curato anche altre opere di registi italiani come: Lina Wertmuller (Mimì Metallurgico); Francesco Rosi (Lucky Luciano) Tinti Brass (Il disco volante). E poi arriviamo al caposaldo dei poteri ESP degli anni ’80, ovvero Akira di Katsushiro Otomo. Con le musiche sepolcrali ed etniche di Yamashiro Shoji. Senza dimenticare l’interessante personaggio dei videogiochi con poteri ESP: Athena Asamiya. E’una combattente facente parte del Psycho Soldier Team (insieme a Kensou ed il maestro Chin) nel picchiaduro King of fighters ’95. Notevole il pezzo jazz “Arashi no saxophone” di Masahiko Hataya (Papaya). Per non parlare del più recente Stranger Things, che non solo nei gruppi (Toto, Clash ecc.) ma ha anche i valenti compositori: Kyle Dixon e Michael Stein, che omaggiano l’opera del regista/compositore Carpenter, fondendolo con poderosi sintetizzatori. Insomma, grazie al potere della musica, la mente ci apre nuovi orizzonti, dove possiamo piegare la realtà ai nostri voleri: leggendo il futuro (Zona Morta), combattendo mostri di altre dimensioni (Stranger Things), o satirizzando tutto questo esoterismo da quattro soldi (Sono un fenomeno paranormale).

(a cura di Jean-Pierre Colella)