Dal 18 al 24 Agosto nelle province di Benevento e Avellino la VII Edizione di Corto e a Capo – Premio Mario Puzo

Il film Il Padrino (nelle sale nel 1969) si basa sull’omonimo libro di Mario Puzo. Una delle frasi più celebri è .. Un avvocato con la sua valigetta può rubare più di mille uomini armati di pistole .. Il premio a lui dedicato è all’interno di una rassegna originale come Corto e Capo, il cui tema di questa settima edizione è Il domani migliore: questo può partire anche con il raggio di luce di un proiettore, che inizia a scrivere una storia nuova, diversa, promettente, fatta di tanti fotogrammi, che si chiamano oggi e che ognuno di noi può rendere migliori. Infatti Corto E A Capo – Premio Mario Puzo dalla sua prima edizione ha sempre cercato storie e produzioni capaci di raccontare in modo originale temi legati al sociale. Il direttore artistico Umberto Rinaldi sottolinea .. L’idea è quella che il cinema può contribuire al benessere psicologico e sociale delle persone; per questo il premio Immaginale è per noi uno dei momenti più importanti del festival. Negli anni è stato affiancato da altre sezioni: scolastica, lungometraggi, documentari e il premio relativo a cura di Slow Food è perfettamente in linea con l’associazione fondata da Carlo Petrini ..

Corto E A Capo – Premio Mario Puzo si caratterizza anche per i laboratori di documentario partecipato. I laboratori sono realizzati all’interno di workshop svolti durante il festival, che declineranno in vari modi il tema Il Domani migliore insieme alla sezione Irpinia Carpet, uno spazio non competitivo che si contrappone al più mondano red carpet per dare spazio ad autori e artisti del luogo. Tra le varie partnership di cui siamo orgogliosi, c’è quella con l’associazione Artefatti, che sarà attiva per le serate del 21 e 22 Agosto, con l’allestimento di uno spazio espositivo nel giardino antistante la Cavea di Venticano. Mentre la Libreria Naima curerà delle presentazioni di libri a Montemiletto nella fascia preserale delle 18.30. Corto e a Capo – Premio Mario Puzo è sostenuto dalla Regione Campania e dalla Campania Film Commission e ha il patrocinio del Comune di Venticano, della Provincia di Avellino, del Consiglio regionale della Campania e dell’Ente Provinciale per il turismo di Avellino.