Marco Sinopoli Extradiction e Francesco Bearzatti The Hot Clarinet il 3 settembre alla Casa del Jazz

Venerdì 3 settembre alla Casa del Jazz di Roma alle ore 21 doppio concerto di presentazione di due dischi usciti nel 2021 per la Parco della Musica Records: in apertura Marco Sinopoli Extradiction con l’album Chromatic Landscape, a seguire Francesco Bearzatti The Hot Clarinet con il disco Portrait of Tony (omaggio a Tony Scott).

Il progetto Marco Sinopoli Extradiction nasce da un incontro tra jazz moderno e composizione. Un ensemble in cui il timbro evocativo del trio di legni (flauto, clarinetto e fagotto) e il ritmo incalzante del quartetto jazz convergono in un sound particolare e ricercato, tra note scritte e improvvisate. Ne emerge una musica dalle molte sfaccettature, con fitti incastri ritmici e melodici, uniti in un’armonia ricercata ma estremamente comunicativa e coinvolgente, nella quale diversi stili musicali si intrecciano verso un’ unica direzione.  Gli “Extradiction” sono Marco Sinopoli, chitarrista e compositore del gruppo, Bruno Paolo Lombardi al flauto, Luca Cipriano al clarinetto, Fabio Gianolla al fagotto, Alessandro Gwis al pianoforte, Toto Giornelli al basso e Alessandro Marzi alla batteria.

“Chromatic landscape” è il primo disco dei “Marco Sinopoli Extradiction” e rappresenta per noi un momento importante, frutto dell’appassionato e attento lavoro fatto insieme e del desiderio coltivato negli anni di unire la mia passione per la composizione classica e per il jazz. Siamo molto soddisfatti di un disco che racconta molto nei contenuti e nel sound, e che vede anche la partecipazione di un ospite speciale come Nicola Stilo. Questo lavoro discografico vuole rappresentare il primo di una lunga serie che ci vedrà impegnati nei prossimi anni nella ricerca ed evoluzione di un sound sempre più caratteristico ed ispirato” (Marco Sinopoli)

Compositore, arrangiatore e polistrumentista Marco Sinopoli ha dedicato la sua formazione allo studio della composizione classica e del jazz studiando con molti fra i migliori musicisti e didatti italiani. Negli anni ha collaborato come chitarrista in Italia e all’estero con diversi artisti, nell’ambito del jazz e della musica leggera, fra i quali Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Nicola Stilo, Ramberto Ciammarughi, Alessandro Gwis, Lino Patruno, Baraonna, Peppino Gagliardi, Sergio Cammariere, Francesco Di Giacomo, Natalino Marchetti, Francesco Fratini, Simone Alessandrini, Federica Michisanti, The Session’s Voices, Primiano Di Biase (Dire Straits Legacy) e molti altri. Ha ricevuto diverse commissioni come compositore da enti quali “Nuova Consonanza”, “Macerata Arena Sferisterio”, “Accademia Filarmonica Romana”, “Fondazione Paolo Grassi”, ”Seminario de cultura Mexicana”, “Accademia della cattedrale di San Giovanni”, “Un organo per Roma” e collaborando con diverse formazioni e solisti tra i quali “Sentieri Selvaggi” di Carlo Boccadoro, “Quintetto di fiati di Città del Messico”, “Mitja Quartet”, “Accademia della Cattedrale di San Giovanni”, “Imago Sonora”, “Alessandro Carbonare trio”, Michele Marco Rossi, Samuele Telari, Bruno Paolo Lombardi, Andrea Corsi, Luca Cipriano, Alessandra Amorino, Angelo Bruzzese. Nel 2019 vince il prestigioso premio internazionale “Macerata Opera Festival” e la commissione per il lavoro di teatro musicale “Can you heart me?” che ha visto diverse repliche all’interno del Festival dello Sferisterio e di Roma Europa Festival. Parallelamente, oltre al lavoro in studio come turnista e arrangiatore, compone musiche per spettacoli teatrali, cortometraggi, pubblicità e documentari.

VENERDÌ 3 SETTEMBRE 2021 ore 21

ROMA, CASA DEL JAZZ (Viale di Porta Ardeatina 55)

Marco Sinopoli Extradiction presentano “Chromatic Landscape”

Marco Sinopoli – chitarra e composizione
Bruno Paolo Lombardi – flauto
Luca Cipriano – clarinetto
Fabio Gianolla – fagotta
Alessandro Gwis – pianoforte
Toto Giornelli – basso
Alessandro Marzi – batteria
Special guest: Nicola Stilo – flauto

Il nuovo progetto del sassofonista Francesco Bearzatti è dedicato a una leggenda del jazz, il clarinettista, sassofonista e pianista Tony Scott. Irrequieto e avventuroso, Tony viaggiò ovunque e negli anni 60, fu il primo jazzista ad esibirsi in Giappone e in molti altri paesi orientali, suonando con i musicisti locali e apprendendo la loro musica e la loro cultura. A metà anni 60, proprio grazie a questi nuovi insegnamenti, incide un disco che anticipa la New Age ed avrà un successo enorme: Music for Zen Meditation. Dopo una vita avventurosa e travagliata, deciderà di venire in Italia, dove non sarà mai capito e accettato, e dove, pian piano, si spegnerà tra l’indifferenza della gente. Spulciando tra la sua biografia, Bearzatti ha scoperto che il 17 giugno del 2021, il grande Antony, Joseph Sciacca, detto Tony Scott, avrebbe compiuto 100 anni e così ha deciso che, con composizioni sue e non solo, avrebbe cercato di dare il suo umile contributo ad un artista e ad un essere umano straordinario. Nasce così Portrait of Tony, il nuovo progetto discografico della Parco della Musica Records, un ritratto in musica di uno dei più grandi clarinettisti della storia del jazz. “Era da un po’ di tempo – dichiara Francesco Bearzatti – che fantasticavo su Tony Scott, sulle sue incredibili doti musicali e sulla sua vita avventurosa. Dotato di un talento incredibile e di una preparazione completa, grazie al diploma presso la prestigiosa Juilliard School di New York, Tony era anche un ottimo pianista, arrangiatore e direttore d’orchestra. Era uno che, con la sua preparazione e verve, avrebbe potuto diventare famosissimo nello show business e fare un sacco di soldi. Ma Tony era un puro, amava il jazz, il be bop e i suoi sacerdoti ed era uno che si spendeva per i diritti civili. Mai e poi mai avrebbe tradito Charlie Parker e Billy Holiday, suoi intimi amici per i quali, grazie alle sue origini sicule, si spendeva presso i boss newyorkesi, proprietari dei night club, per procurarsi e procurare loro degli ingaggi. Tra gli anni ‘40 e ‘50 diventò popolare, lavorò con tutti i grandi della musica, e per parecchi anni, venne eletto dalla critica specializzata, miglior clarinettista jazz dell’anno.”

VENERDÌ 3 SETTEMBRE 2021 (a seguire)

Francesco Bearzatti “The Hot Clarinet” presentano “Portrait of Tony

Francesco Bearzatti – clarinetto
Federico Casagrande – chitarra
Gabriele Evangelista – contrabbasso
Zeno De Rossi – batteria

Francesco Bearzatti “The Hot Clarinet”

INFO:
Evento FB serata 3 settembre: https://www.facebook.com/events/920333095190069

Sito Casa del Jazz: https://casadeljazz.com/evento/f-bearzatti-the-hot-clarinet-sinopoli/

Pagina FB Marco Sinopoli Extradiction: https://www.facebook.com/marcosinopoliextradiction
Pagina Francesco Bearzatti: https://www.facebook.com/francescobearzatti