Una concentrazione di puro Elettro-Pop e Rap nel primo album di Example pubblicato in Italia

La fantasia e il talento non mancano al rapper brittanico Elliot Gleave, già dalla creazione del giusto pseudonimo per il mercato musicale: E.G. (dalle iniziali del nome e cognome) è acronimo in inglese di “Example” (esempio).
Superato il primo step arriva il momento delle scelte artistiche. Example fondamentalmente è un rapper, ma non si limita a ‘chiacchierare’ le canzoni come spesso accade in questo genere, si tratta di vere e proprie melodie sinto-pop con Elliot nelle vesti del perfetto cantante.
L’etichetta di ‘rapper‘ però la tiene stretta, ha dichiarato di essere stato introdotto all’Hip-Hop ascoltando artisti del calibrio di Wu-Tang Clan e Snoop Dogg. A soli 12 anni prende parte al suo primo contest rap, all’università studia regia cinematografica non tradendo la passione musicale. L’incontro con il produttore Joseph Gardner AKA Rusher darà il via all’inizio della carriera, complice anche la giusta promozione radiofonica – d’obbligo citare Pete Tong e il suo show su BBC 1.
Con l’album “What We Made” (2004) inizia a distribuire il suo primo curriculum professionale, ma siamo ancora lontani dai risultati ottenuti con i lavori successivi.
Example si circonda di un team di produzione di grosso calibro per il nuovo album “Won’t Go Quietly” la cui title-track dell’album è firmata con Brian Rawling (in sala di registrazione anche con Britney Spears e Kylie Minogue), altre firme sono Calvin Harris (Shakira, Katy Perry, Mika e Kelis), The Fearless e Bjorn Yttling.
Il primo singolo “Watch The Sun Come Up” nella classifica UK si è piazzato 19°, ma con il successivo “Won’t Go Quietly” è andata ancora meglio grazie all’irruzione nella Top 10 – sesto in classifica. Ottimo piazzamento per l’album, quarto nella UK Album – certificato argento – da poco distribuito in Italia in forma digitale dall’etichetta d:vision del gruppo Energy, accompagnato dal quarto singolo “Last Ones Standing” che presenta un remix firmato da Benny Benassi.
Prossimamente sarà impegnato in un tour che lo porterà in giro per la Gran Bretagna, recentemente ha dichiarato di aver iniziato a lavorare al nuovo album. La speranza di ogni artista è sempre quella di bissare il successo del lavoro precedente con uno di qualità migliore, vedremo se anche il prossimo lavoro sarà un elemento “Elettro-Pop Disfunzionale” – così come ha etichettato “Won’t Go Quietly”.