A Milano una vera e propria fabbrica del tormentone per il nuovo idolo Latin: Gusttavo Lima

Troppo poco un tormentone, la Energy che ha lanciato Michel Telo’ di “Ai Se Eu Te Pego” ci riprova e fu cosi che scopriamo a Milano l’esistenza di un Flash Mob.
Citazione letterale di Wikipedia: “con il termine flash mob (dall’inglese flash: breve esperienza o in un lampo, e mob: folla) si indica un gruppo di persone che si riunisce all’improvviso in uno spazio pubblico, mette in pratica un’azione insolita generalmente per un breve periodo di tempo per poi successivamente disperdersi. Il raduno viene generalmente organizzato attraverso comunicazioni via interneto tramite telefoni cellulari. In molti casi, le regole dell’azione vengono illustrate ai partecipanti pochi minuti prima che l’azione abbia luogo”.
Il sito dell’organizzazione Flash Mob Milano ha lanciato una sfida per il prossimo 5 Maggio 2012: mobilitare la Rete (Internet, Facebook) per lanciare e ballare un brano.
La registrazione dell’evento (luogo da definire) è su Facebook tramite un’apposito link.
Nuova melodia latin, nuovo personaggio. Potremmo definirlo quasi un rivale per Telo’, Gusttavo Lima (nato nel 1989) proviene dal Brasile e ha portato “Balada” nella Top 10 singoli nazionale. Ironia della sorte all’inizio non era neanche tanto convinto delle sue potenzialità al punto di non volerla registrare. Alla fine del 2011 sulla versione Brazil di Google è risultato il terzo personaggio più ricercato insieme allo stesso Michel Telo’ e Carlos Santana.
Facile gridare allo scandalo in Italia, in quanto Santana rappresenta un idolo tramandato di generazione in generazione con un genere molto distante dalle balade, ma al di la della dance tormentone va considerato di questi artisti che non sono semplici improvvisatori. Si sono formati fin da piccoli studiando musica, suonano più di uno strumento (nel caso di Lima ci stanno viola, batteria, basso, chitarra e fisaromica) ed infine sono veri talenti da palcoscenico. Reggono performance vocali e musicali da più di un’ora, creando il soldout nella loro terra d’origine. 90.000 presenze ad un concerto di Lima possono bastare?
Guardate il video ufficiale per farvene un’idea: