Grata agli alberi, Erica Mou e la sua estate riconoscente ..

La scorsa settimana è stata ospite del Festival della Ri-conoscenza a Badolato (Catanzaro), concerto anticipato da quello a Laterza (Taranto) per N-Grave Festival: tutti eventi in cui la giovane artista ha dimostrato l’originalità della sua ricerca musicale, forgiata dal recente singolo A ring in the forest, con tanto di videoclip ammaliante. Se cerchi notizie fresche su di lei, da Tweet puoi leggere .. Scarpe e pizza in mano. Ecco il fine concerto di ieri sera a Badolato, sulle scale di una splendida chiesa a farmi da palco. Ora niente concerti per un po’, ma non troppo …

Da Venerdì 14 Giugno è disponibile nei digital store e in radio “A ring in the forest”, il nuovo singolo internazionale di Erica Mou, distribuito da Artist First. La canzone in lingua inglese è strettamente connessa all’immaginario suggestivo proposto nel videoclip di Marco Callegari. La canzone nasce come opera globale, cioè musicale e visiva, che racconta la storia di un albero trasformato in chitarra. Il videoclip mostra il lento processo di evoluzione artigianale catturato nel tempo, in ogni fase creativa e in ogni gesto di cura del dettaglio per la produzione dello strumento. Così, in sintonia con la musica, mette in scena una sorta di mito moderno, che narra, tramanda e rinnova il legame solidale e di corrispondenza artistica tra la natura e l’uomo. Il brano, interpretato da Erica Mou e prodotto a Londra dalla stessa cantautrice con la collaborazione di Matthew Ker (alias MaJiKer), è stato scritto dai due artisti insieme a Piers Faccini. La realizzazione creativa del tutto è durata dodici mesi, rispettando i tempi della natura, necessari alla sua trasformazione. L’intero progetto, fortemente voluto dall’art director trevigiano Marco Callegari (Satellite studio), unisce la musica della cantautrice Erica Mou con la liuteria dell’artigiano genovese Paolo Sussone.