Cri+Sara Fou (duo formato da Cristian Soldi e Sara Bronzoni) pubblicano il singolo Federica (feat. Il Cane)

La nascita del progetto Cri+Sara Fou è alquanto originale: Cristian a Verbania stava scrivendo un album di sola chitarra e Sara (originaria di Follonica) avrebbe dovuto far parte di un suo video. Dopo aver ascoltato la sua voce, è rimasto colpito a tal punto da proporle un nuovo inizio artistico che oggi li ha portati a un sodalizio. Una collaborazione recente, ma artisticamente entrambi vantano importanti esperienze. Il loro primo album si intitola Non siamo mai stati ed è stato pubblicato il 1 Giugno 2018 dalla Sciopero Records, la storica etichetta di Paolo Enrico Archetti Maestri degli Yo Yo Mundi: viene anche pubblicato il singolo Il Vizio, seguito dall’estensione dello stesso disco con il brano Non possiamo più aspettare. A quasi un anno dall’uscita di quel progetto e dopo l’uscita della canzone Il sole e poi la pioggia (feat. Il Cane), il duo è impegnato alla realizzazione di nuovi singoli in previsione dell’uscita dell’ EP.
Da Venerdì 27 Dicembre è in radio, in tutti gli store e piattaforme digitali il brano Federica (feat. Il Cane), il nuovo singolo inedito che sarà inserito nell’EP L’altrui. A proposito del brano, il duo commenta: .. La canzone racconta il modo di vedere dell’autore, non solo il presente di una persona a lui molto vicina, ma anche il passato, che ha ricostruito dai racconti fatti da lei e dalla voglia anche di voler aspettare il futuro per capire come potrà essere .. Con Cri+Sara Fou hanno partecipato alla realizzazione del singolo Matteo Dainese (batteria, percussioni), Daniela Caschetto (violoncello, basso) e Katija Di Giulio (violino), ha invece suonato la chitarra e cantato Cristian Soldi con synth, basso e voce di Sara Bronzoni. A giorni è in arrivo video ufficiale per la regia di Cristian Soldi, direttori della fotografia Marco Comerio e Giacomo Bonacina, girato a Milano. Il regista del video ha raccontato .. L’idea originaria era di fare un piano sequenza per strada, per dare l’idea di continuità nel tempo, il continuare a camminare come fosse il tempo che scorre. Durante le riprese abbiamo però deciso di inserire delle parti con gli strumenti, realizzate all’interno del circolo Arci Mondini per dare più groove alla clip..