Prolungata fino al 9 Marzo 2020 la mostra Beatles Memorabilia Show alle Tenute La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta

Dobbiamo riflettere se è giusto mettere i Beatles nella zuppa o concentrarci sul valore ecumenico delle sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: ma tutto questo è godibile alle bresciane Tenute La Montina, assieme ad altre memorabilia che arrivano dal Beatles Museum, ospitato dal 2009 presso il Museo della Mille Miglia di Brescia. Ma non è finita, perchè il curatore della mostra (l’ineffabile Rolando Giambelli dei Beatlesiani d’Italia Associati) vi farà da Cicerone in due giorni speciali: questo storico club fa parte del “sindacato” dei fan club italiani (ossia Ululati dall’Underground), di cui modestamente sono presidente da 30 anni.
A grande richiesta è stata estesa la durata della mostra: rimarrà allestita nella Galleria d’arte della cantina La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta fino a Lunedì 9 Marzo. Un successo di pubblico e fans, curiosi di scoprire gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano. Nell’ambito di Art, Rock & Wine, la mostra Beatles Memorabilia Show è curata da Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d’Italia Associati. Curiosi e appassionati lo possono incontrare personalmente, per lasciarsi guidare in un coinvolgente racconto della mostra in occasione di una delle date di ingresso libero al museo: Domenica 26 Gennaio e Domenica 23 Febbraio. La mostra racconta aspetti poco conosciuti e curiosità dei quattro ragazzi di Liverpool che con la loro musica hanno cambiato il mondo.
Tra le memorabilia provenienti dal Beatles Museum, gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano: libri, foto, dischi, vinili, autografi, lettere, fanzine e gadget vari. Ad alternarli, per dare una collocazione temporale e contestuale, la narrazione fotografica dei momenti salienti della carriera dei Beatles. Di grande impatto è la sezione ispirata al cibo e alla cucina, Metti i Beatles a Tavola. Nove pannelli con immagini scelte e sette ingrandimenti e riproduzioni fotografiche di alcune delle opere di Andrea Rauch, graphic designer e illustratore toscano di fama internazionale che, ispirato dal libro scritto da Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno Metti i Beatles nella Zuppa ne illustrò le pagine.
A completare il percorso, un prestito importante, ovvero sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: Alphabet Page, Bed In For Peace, Exchange Of Rings, I Do, John & Yoko e The Honeymoon. Più di una mostra, dunque, un vero e proprio tuffo nella storia recente raccontata attraverso il mondo beatlesiano vasto, originale e iconico.