L’Infinito di Leopardi rivisitato con pathos dal cantautore Alberto Nemo

.. Mare in questo dolce me naufragar, mio il pensier s’annega d’immensità, lei di suon è viva e l’eterno sovviene a me, questa voce è un silenzio infinito..

Alberto Nemo omaggia L’infinito di Leopardi e lancia il Manifesto della Musica Essenziale.

Dallo studio e dall’esperienza nascono le regole. Su questo presupposto Alberto Nemo, cantautore e musicista di Rovigo, ha identificato nel Nemusico – Manifesto della Musica Essenziale dieci punti programmatici che descrivono la “nemizzazione”, il suo processo di elaborazione creativa. Queste riflessioni nascono dal suo modo di fare musica e canzoni, un approccio che gli è naturale e che ha voluto codificare in questo documento.
Sottolinea il nostro diretur Giancarlo PassarellaSi tratta di un procedimento che agisce inizialmente in maniera destrutturante per poi ritrovare un nuovo assetto formale che ridona alla nuova opera una vita che non tradisce ma esalta quella precedente. Per le sue composizioni utilizza l’accordatura aurea e quindi è con noi in sintonia sull’evoluzione del pensiero sincronico..