Esce il 30 Aprile l’album d’esordio dei Be.holders, tra post-punk e art-rock

Vengono da Ravenna e sono un duo di musica elettronica: il progetto Be.Holders consta infatti solo di Francesco Rossi (come cantante), mentre Davide Santandrea si occupa di guitars & synths.

Il disco si intitola Default ed è stato registrato, mixato e masterizzato da Gianluca Lo Presti al Loto Studio 2.0 (con sede nella ravennate Filetto).
L’album esce per Blossom Bisquits. L’uscita è anticipata dal video del singolo Implosion/Explosion e sarà disponibile in formato digitale sulle principali piattaforme di streaming online. Default contiene 8 tracce sintesi del lavoro di composizione dell’ultimo anno del duo. I brani sono sorretti da una base strumentale dove l’elettronica si alterna a paesaggi ambient e richiami tra post-punk e art-rock. L’album segue idealmente la scia tracciata da Radiohead e Portishead fondendosi infine con le sperimentazioni, care all’IDM britannica degli anni 90.
Per quanto riguarda le liriche, tutti i testi sono in lingua inglese, e affrontano il tema dell’evasione da una società sempre più in declino, degradata e povera di valori nei quali l’individuo non si riconosce.L’obiettivo è porre al centro dell’album una riflessione sulla condizione dell’uomo moderno.