The Black Legacy, un album di debutto graffiante

Propongono stoner, dark e doom e appartengono alla scena rock e biker dell’hinterland di Milano. Dopo anni passati a suonare in locali ed eventi live debuttano con disco decisamente graffiante, dal sound energico e accattivante. Stiamo parlando dei The Black Legacy, che hanno di recente dato alle stampe “Black Flower” per Argonauta Records.

Anticipato dal singolo “Endless Road”, la band realizza un disco decisamente originale, dove però non mancano riferimenti ad alcune band di riferimento, come Black Sabbath, Led Zeppelin, Black Label Society e Queen of the Stone Age.

The Black Legacy sono costituiti da Die (voce), Alberto T. (chitarre), M. Pepper (basso) e Joe Von Taine (batteria). Musica essenziale quella proposta dal gruppo in grado di unire generazioni diverse che si richiamano al variegato mondo metallaro: almeno quelle unite da una simbiosi di gusto musicale davanti al palco, una variopinta rappresentanza delle varie diversità sociali ancora estasiata dal gruppo, quintessenza dell’hard rock. La band ha la capacità di materializzare sogni ed emozioni con poche note e con lunghe sequenze dai “colori” delicati. Momenti intensi si raggiungono in brani come “Endless Roads”, “Fire and Stone” e “My Last Day”

Album Tracklisting:

  1. Black Flower
  2. Endless Roads
  3. Fire and Stone
  4. The Race
  5. My Last Day
  6. Dying Every Night
  7. Queen of Green Hill
  8. Chains of Pride
  9. Get Loose