Desideri e i timori di una generazione confusa: pubblicato l’album Crepa dei ferraresi Mastice…

La vita è costruita sul suono, sul rumore, sul disturbo… in ogni suo istante …
Crepa traccia un solco tra l’illusione e la realtà, portando allo scoperto i disagi, le incertezze, i desideri e i timori di una generazione confusa..

Da un paio di settimane è disponibile Crepa, disco dei Mastice registrato presso gli studi di Sonika a Ferrara e sarà disponibile anche in vinile e cd. Il loro credo è condensato in un pensiero dalle forti tonalità rumorose, con un sentimento dark dai variegati toni di grigrio: il progetto Mastice poi sintetizza il ritmo giornaliero del nostro stato d’animo, raccoglie i disagi, i desideri, le ambizioni, i fallimenti e le speranze di una generazione che non accetta la distinzione tra vita reale e illusioni.

A sei anni di distanza dal lavoro di esordio Violente Manipolazioni Mentali, torna il gruppo più rumoroso di Ferrara. Igor Tosi (voce, synth, loop) e Riccardo Silvestrini (chitarra, synth, drum machine, rumori), sempre supportati da Samboela al mix e alla batteria, con Paolo Mascolini (Sozu Project) al violoncello e nuovamente alla grafica, la partecipazione di Arianna Poli e la collaborazione tra la nuova etichetta Hellbones Records e I Dischi del Minollo.
Mastice esiste dal 2010, racchiude corpo e anima di Igor Tosi e Riccardo Silvestrini. Il debutto avviene nel 2013 con una cover dei Fluxus, “Vita in un pacifico nuovo mondo” per la compilation tributo “Tutto da rifare, tributo ai Fluxus” (V4V Records). Nel 2014 l’album di esordio, per l’etichetta I Dischi del Minollo, distribuito Audioglobe. Un’esplorazione dei territori noise-industrial, amalgamati con ritmi elettronici e percussioni occasionali (molle, lame, attrezzature da ferramenta), strutturazioni rock standard danno forma e sostanza ad uno sguardo sulla società contemporanea.