Mighty Quinn – I Manfred Mann portano al successo un brano scritto da Bob Dylan


I Manfred Mann riarrangiano in chiave beat e con un titolo leggermente diverso un brano scritto da Bob Dylan… e “Mighty Quinn” diventa un successo

Nell’autunno del 1968 i Manfred Mann, band inglese che ha preso il proprio nome da quello del tastierista del gruppo, vengono convocati nell’ufficio di un editore musicale che ha i diritti di dieci brani che Bob Dylan ha concesso in utilizzo ad altri interpreti. Hanno già inciso con successo una cover di Just Like A Woman e si trovano a loro agio con il materiale dylaniano. Proprio Manfred Mann adocchia un pezzo, Quinn The Eskimo, che racconta la storia surreale di un omone eschimese capace di trasformare la disperazione in gioia e il disordine in ordine. Pare che Bob Dylan sia stato ispirato da Ombre Bianche, un film di qualche anno prima, con Anthony Quinn nel ruolo di un eschimese.

Riarrangiata in chiave beat e con un titolo leggermente diverso, Mighty Quinn, nella versione dei Manfred Mann, diventa un successo nei primi mesi del 1968 su entrambe le sponde dell’Atlantico, tanto che lo stesso Dylan la pubblicherà nel 1970 nel suo album Self Portrait. Da quel momento decine di artisti (dai Grateful Dead ai Phish) la inseriscono abitualmente nei loro concerti.