Troverò le parole per restare in silenzio e per staccare il neurone: Pensieri da Balcone, il nuovo singolo del cantautore Andrea Piscina..

Un brano spensierato, un videoclip divertente e le citazioni di Montale, Moccia, Calvino ..
Angoscia esistenziale mista a panico da studio, meglio coscia di pollame mista a pane e un filo d’olio,
peccato che ogni giorno la bilancia segni chilo dopo chilo .. e mi consolo col paté
..

Quante volte, in questi giorni di lockdown, ci si è fermati sul proprio balcone a pensare? È quello che ha fatto il giovane cantautore Andrea Piscina, trovando anche l’ispirazione per una canzone dal titolo Pensieri da Balcone. Un brano che racchiude quel suo stile fatto di leggerezza pensosa (per dirla alla Italo Calvino), candidandosi a diventare manifesto di questo particolare momento. Sfidando la scaramanzia, il singolo Pensieri da Balcone (autoprodotto con la collaborazione di Valentino Forte), è uscito Venerdì 17 Aprile ..quale giorno migliore per ascoltare una canzone che parla di avversità?

Detto che la regia è di Mattia Delia e che la produzione è curata da Twenty Aka TwoZero, vi invito a vedere il videoclip di Pensieri da Balcone, riflettendo su queste testuali parole del giovane cantautore.. Ad ansia di vivere Montale mi fa il c**o”, ma in un periodo come questo anche tutti noi chiusi in casa possiamo vantare la nostra giusta dose di angoscia. Le abitudini sono cambiate, il massimo che possiamo vedere è il palazzo di fronte al nostro, stiamo ingrassando come oche da foie gras e tra poco finiamo pure il catalogo Netflix. Ripeto, le abitudini sono cambiate…o forse no? Perché alla fine i grandi guru dello “star bene” sono come sempre pronti a lanciare consigli banali su come superare questo momento mantenendo un decente stato di sanità mentale. E se a noi in realtà non fregasse nulla? Abbiamo il diritto di stare male, ognuno a modo suo, ognuno con i propri casini. Non c’è da vergognarsene, bisogna solo imparare a mandare a quel paese tutte le paranoie che non ci fanno vivere serenamente. Tanto chi mi ammazza? Sono qua sul mio balcone, gli uccellini cinguettano, i neuroni sono staccati, la mia sigaretta elettronica fuma…e tutto il resto scompare…