Giovedì 30 Luglio a Firenze il nuovo libro di favole di Enrico e Filippo Zoi

Un titolo sognante come Lo Zampacchione Giallo e Altre Storie, con le letture a cura di Massimo Blaco e le interviste di Giancarlo Passarella: la stessa squadra che ad Aprile 2019 ha presentato il precedente libro intitolato Favole per Irene, tra l’altro edito dalla stessa grintosa casa editrice fiorentina ossia la Sarnus.

Giovedì 30 Luglio 2020, alle 18.30, alla Rondinella del Torrino, Lungarno Soderini 4, Firenze, ENRICO e FILIPPO ZOI presentano il loro nuovo libro illustrato LO ZAMPACCHIONE GIALLO E ALTRE STORIE (Sarnus, 2020). Introduce il giornalista Giancarlo Passarella. Letture a cura di Massimo Blaco.
Lo Zampacchione Giallo e altre storie‘, seguito di ‘Favole per Irene‘, uscito sempre per Sarnus nel 2018, propone cinque nuove storie di fantasia estrema accompagnate da bellissime immagini piene di colori, con il ritorno del mitico Zampacchione Giallo e tanti nuovi pazzeschi personaggi ai confini della realtà. Anche in questo caso autore delle favole è Enrico Zoi, giornalista e scrittore, mentre le illustrazioni sono del figlio Filippo Zoi, giovane adulto con autismo dalle grandi doti artistiche. Nato nel 1996, Filippo ha già all’attivo alcune mostre personali e collettive, tra cui la rassegna internazionale L’arte risveglia l’anima, mostra itinerante (Firenze, Milano, Torino, Roma, Ancona, Brescia, Pistoia, Pisa; nell’ultima edizione, il suo autoritratto è stato scelto come immagine della stessa esposizione in tutto il materiale pubblicitario) e I giardini che ho in testa. Giardini e parchi del Quartiere 4 e oltre disegnati da Filippo Zoi, presso Villa Vogel, a Firenze. Dalla quarta di copertina .. La penna di Enrico Zoi e le matite del figlio Filippo ci portano ancora una volta in un mondo pieno di sorprese, colori e personaggi incredibili: tra le pagine del libro, con lo Zampacchione Giallo, si nascondono infatti Ughetta la Draghetta, Trangugio il vulcano permaloso, Trillo il canino brillo e tante altre simpatiche creature, protagoniste di una vera e propria galleria delle meraviglie che sfida i limiti della fantasia ..

– Buongiorno Enrico: logico chiederti cosa succederà il 30 Luglio…
Il 30 Luglio ci sarà la prima uscita dal vivo del nostro nuovo libro di favole illustrate, per ora presentato solo con una diretta Facebook. Sarà per me una particolare emozione questo evento al Torrino, innanzi tutto perché si torna ad agire dal vero, con un pubblico in carne e ossa, senza barriere fisiche, escluse quelle dell’obbligatorio distanziamento causa Covid, ma anche (e forse soprattutto) perché, nell’ormai lontano 1959, io sono nato a poche decine di metri dal Torrino di Santa Rosa, in via della Fonderia. Il Pignone è stata la mia culla e oggi ospita un libro scritto con mio figlio e dedicato a mia figlia Irene e a mia moglie Raffaella. Insomma, il quadretto biografico-familiare è completo!
Quali le differenze tra il precedente (dedicato a tua figlia Irene) e questo nuovo libro…
Se la struttura e la costruzione sono le stesse (io scrivo le favole e Filippo le illustra), le differenze sono sostanziali. Prima di tutto la composizione. Dai primi anni ’90 delle Favole per Irene all’Autunno 2019: non meno di 35 anni di distanza fra i due parti letterari! E nella lettura la differenza si avverte: le nuove storie sono più articolate, più fantasiose, al limite della follia… Inoltre, la scrittura ‘su commissione’ per mia figlia è stata sostituita da un poker di storie nate per se stesse, benché ricche di riferimenti e citazioni biografico-familiari, che però non rivelerò mai! La costante è l’interpretazione cromatica e immaginifica che Filippo di queste favole dà con i suoi inconfondibili disegni!
Aprile è un mese importante per le famiglie come la tua …
Sì, indubbiamente: se non ci fosse stata l’emergenza Covid19, avremmo presentato il libro intorno al 2 Aprile, giornata mondiale dedicata all’autismo, proprio per sottolineare quanta attenzione occorra verso questa tematica (le persone con autismo sono sempre di più nel mondo) e dimostrare come, pur nel difficile impegno quotidiano, tutto possa (e forse debba) trasformarsi in una risorsa.
– Ribadiamo l’invito per il 30 Luglio e dicci chi ci sarà…
Sì certo, vi aspettiamo tutti il 30 Luglio alle 18.30 al Torrino di Santa Rosa. Vivremo un bel momento anche sotto l’aspetto umano. Infatti, a presentarci sarà l’amico giornalista Giancarlo Passarella, sempre in prima fila quando c’è da sostenere la nostra piccola grande causa, mentre le letture saranno a cura dell’attore Massimo Blaco, altro carissimo amico e collaboratore. E grazie alla Rondinella del Torrino per l’ospitalità!

Nel ringraziare Enrico Zoi per questa intervista, vi proponiamo una bella foto di Silvano Silvia: è stata scattata il 2 Aprile 2019 alla Biblioteca Canova Isolotto e presenta (da sx a dx) Giancarlo Passarella ed Enrico, Filippo ed Irene, in collegamento dalla Germania in videoconferenza. Quel giorno si presentava il primo libro Favole per Irene, mentre Giovedì prossimo si parlerà del secondo…