La Storia della Disco Music, doppio appuntamento a Roma e Civitavecchia

“La Storia della Disco Music”, il voluminoso e appassionato saggio scritto da Andrea Angeli Bufalini e Giovanni Savastano, pubblicato da Hoepli e giunto alla sua prima ristampa, sarà protagonista di un doppio appuntamento a Roma e Civitavecchia.

Giovedì 6 agosto -aprirà la serata di Appio Estate a Roma (Via dell’Almone 105 – Appia Antica). Sarà il giornalista Antonio Ranalli a moderare l’incontro che, dalle ore 21 vedrà i due autori dialogare sul vasto e popolare argomento che questo genere musicale ha rappresentato in tutto il mondo, durato più di un decennio e tuttora in voga ovunque. Un fenomeno che ha contagiato diverse generazioni e che è stato racchiuso con tagli diacronici e sincronici strategici, in un libro di oltre cinquecento pagine assolutamente da godere. Dopo la presentazione, la rassegna dell’Appio Claudio continuerà con le chiacchiere, gli aneddoti e i racconti di Andrea Esu, Lorenzo Rumi, Stefano Gamma & Les Inferno e, dalle ore 23:00, con il Dj set rigorosamente in vinile selezionato dagli autori e incentrato sui successi che hanno segnato la storia di quell’epoca (Posti limitati e prenotazione consigliata ai numeri 333 5305351 e 392 1642253).

Venerdì 7 agosto, invece, il libro sarà protagonista a FORTE! Festival di Civitavecchia nell’ambito della rassegna estiva UN DISCO, PER L’ESTATE! Dalle ore 19;30, gli autori presenteranno il volume che racchiude ogni aspetto della storia e del contesto socio-culturale legato a questo famoso genere musicale. In tale ambito, Angeli Bufalini e Savastano incontreranno il pubblico nell’usuale stile di FORTE! Festival – una chiacchierata informale punteggiata dagli interventi del DJ set in tema di TheFuzzyBeat e Centrale Soundsystem, conclusa dal concerto del Soul Station Quartet. L’evento, a ingresso libero, si svolgerà all’aperto – in via Monte Grappa, in collaborazione con Re-Cycle, Cantuccio, Black Hole e Comune di Civitavecchia.

Il libro gode della prefazione di Gloria Gaynor e l’introduzione di Amii Stewart, due regine dell’epoca d’oro, e le postfazioni di Mario Biondi e Ivan Cattaneo. Un saggio che rappresenta una vera e propria guida per orientarsi tra correnti, superstar, icone e “meteore” della Disco Music, senza dimenticare il ruolo dei DJ, dei personaggi più oscuri e il contributo fondamentale all’evoluzione della musica moderna. Dancefloor e realtà sociale, politica e culturale dell’epoca, e tante canzoni diventate leggendarie negli annali della musica pop: da Hot Stuff di Donna Summer a I Will Survive di Gloria Gaynor, da Good Times degli Chic a Knock On Wood di Amii Stewart, fino allo storico duetto di Donna Summer e Barbra Streisand, No More Tears (Enough Is Enough).

Andrea Angeli Bufalini . Giornalista, critico musicale e scrittore, ha all’attivo pluriennali collaborazioni con varie testate musicali, tra cui “Radio & TV”, “Dance Music Magazine”, “Raro!”, “Musica & Dischi”, “Rockstar”, collana “Dance” di De Agostini Editore, “TV RadioCorriere”. È co-autore, con Giovanni Savastano, del libro La Disco. Storia Illustrata della discomusic (Arcana, 2014).
Laureato in Giurisprudenza, funzionario Rai nel settore radiofonico musicale, per anni è stato rappresentante per l’Italia di Eurosonic, radio-workshop di musica leggera presso l’EBU (European Broadcasting Union). Uno dei suoi vezzi? Oltre a collezionare vinili di disco-funky-soul, farsi fotografare con artisti stranieri e italiani, ma solo se da lui intervistati: finora, sono un migliaio gli scatti raccolti nel suo album.

Giovanni Savastano . Psicoterapeuta, docente e scrittore, nonché appassionato e cultore di musica, cinema e filosofia. Ha iniziato il viaggio nella scrittura con articoli e libri di psicologia; poi, dopo aver seminato qualche racconto breve per Feltrinelli e Giovane Holden, è saltato sui vagoni musicali, scrivendo sulle riviste “Musica e Dischi”, “Classix!” e “Classic Rock” e pubblicando, insieme ad Andrea Angeli Bufalini, il volume La Disco. Storia illustrata della discomusic (Arcana 2014).
Ora, dopo un’entrata in sala cinematografica con il saggio biografico Gian Maria Volonté. Recito dunque sono (Edizioni Clichy 2018), ritorna sul dancefloor.