SuL Più BeLLo, brano di Alfa e title track dell’omonimo film

C’est la vie, passerà anche questo Lunedì, se ci pensi siamo come un film
Cambiamo sul più bello, sempre sul più bello.. E vorrei stessi quì, ad ascoltare due canzoni chill
Se ci pensi siamo un evergreen, se ci sentiamo è meglio, ci sentiamo meglio
Ho preso treni però ho perso te, a vista è bella tra le nuvole
Ma come ci può andare bene ora che siamo passati da un “va bene” ad un “vabbè”..

Il nuovo brano del giovane cantante genovese Andrea De Filippi (in arte Alfa) è la title track contenuta nella colonna sonora del film Sul più bello, teen dramedy prodotto da Eagle Pictures e diretto da Alice Filippi, che sarà presentato in anteprima tra gli eventi speciali della 18°edizione di Alice nella Città (15 – 25 Ottobre), sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma e arriverà nelle sale il 21 Ottobre. La pellicola sarà venduta a livello internazionale da Voltage Pictures (nota società americana di finanziamento, produzione e vendita di film) che punta per la prima volta su una pellicola italiana.

Prodotto da Yanomi, questa nuova canzone racconta di come le cose non vadano mai secondo i piani. Pur calcolando ogni minimo dettaglio, sempre accadrà qualcosa di non previsto. SuL Più BeLLo parla di come la vita sarebbe certamente più facile se si potesse prevedere il futuro, ma senz’altro più noiosa e meno sorprendente. È un invito a rileggere il libro della propria esistenza rifuggendo la tentazione di saltare subito al finale e uno stimolo a cogliere le occasioni e trasformarle in cose grandi. 
Il videoclip ufficiale è diretto da Nicholas Baldini, è stato girato sul set cinematografico nella straordinaria Reggia di Venaria Reale a Torino e contiene scene e immagini inedite del film con i due protagonisti: Marta (Ludovica Francesconi) una ragazza con dei gravi problemi di salute, ma, nonostante le difficoltà, molto buffa e molto autoironica e determinata a perseguire i propri obiettivi, come quello di conquistare Arturo (Giuseppe Maggio), un ragazzo che sembra aver tutto ma non ne sente il sapore e per cui Marta sarà da ispirazione per uscire dal suo spleen esistenziale.