Partinico Rose – Songs for Sad and Angry People (Autoproduzione)

Però quest’album di esordio… Davvero niente male. Mi ha sorpreso. Il gruppo denota fin dai primi instanti della title-track una bella personalità che consolida via via lungo i dieci brani che compongono “Songs for Sad and Angry People” titolo per l’appunto del loro primo passo ufficiale nel mondo discografico. I Partinico Rose provengono da Ragusa e si sono formati nel 2015. La line-up attuale della band è la seguente:

Vincenzo Cannizzo, voce e chitarra;
Massimo Russo, basso;
Carlo Schembari, batteria e synth;
Martina Monaca, violoncello.


I componenti hanno già un background piuttosto importante in quanto hanno militato in band storiche della scena del ragusano come The Stark, Carnival Ends, Enfant Terrible fra gli altri. Ritornando al loro album di esordio devo confessare che sono stato colpito dalla bella prova di maturità dell’ensemble. I brani hanno un loro perché. Una loro struttura. Un loro mood ben delineato. La prestazione dei quattro componenti dei Partinico Rose è più che buona poiché i brani scorrono via che è un piacere, con un’accentuata diversità e fra l’altro denotano una personalità a tutto tondo. I Partinico Rose suonano un Rock Alternative/Wave dinamico e corposo che molto deve alla lezione di bands quali Killing Joke, Bahaus o Nick Cave. L’unico lato negativo dell’album è che è autoprodotto…. Non c’erano etichette interessate a produrlo? Speriamo che per il prossimo qualche etichetta si faccia avanti perché i Partinico Rose meritano molto di più.

Tracks-list:

1. Songs for Sad and Angry People
2. Slave of Time
3. Misanthropy
4. Don’t Leave me Alone
5. The Story of Cancer
6. The End Summer
7. Mistakes in my Head
8. Rehab from You
9. The Revenge
10. Could You Share My Pain


Pagina ufficiale su Facebook https://www.facebook.com/PartinicoR/