La morte di Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh … e non solo!

L’annuncio al grande pubblico stanotte durante la puntata di Tale e Quale Show su RaiUno. Finita la (splendida) esibizione di Renato Zero, i quattro conduttori pronunciano quella parola che non avresti mai voluto sentire .. Covid-19
Negli ultimi mesi aveva lavorato intensamente! Infatti a Marzo 2020 ha scritto il testo del singolo Rinascerò rinascerai, di Roby Facchinetti. La canzone, arrangiata da Danilo Ballo, in pochi giorni viene messa a disposizione sulle piattaforme digitali. Sony Music e Siae devolveranno tutti i diritti in favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Questo brano, in seguito, è stato inserito nell’album solista di Roby, intitolato Inseguendo la mia musica, per il quale scrive anche il testo del secondo singolo Fammi volare, pubblicato nelSsettembre 2020, e di altri due brani: Invisibili e L’ultima parola.

La sua è stata una vita all’insegna dell’amore per la musica: oltre ad essere il batterista dei Pooh (dall’8 Settembre del 1971, in seguito all’uscita di Valerio Negrini), è stato produttore, come nel caso del disco di Lena Biolcati e della scomparsa Roberta Voltolini. Per i collezionisti, importanti sono anche questi suoi 4 album:
Aladin – Il musical (CD) (SDO Records, SDO 10.01) (2010),
Mamma Mia – Il musical (CD) (SDO) (2011),
W Zorro – Il musical (CD) (Edizioni SDO / Babilonia, Medina 001-12) (2012),
Cercasi Cenerentola – Il musical (CD) (SDO MUSIC) (2014)
Il 20 Novembre esce Le canzoni della nostra storia (Tamata/Sony Music), progetto discografico celebrativo dell’incredibile percorso artistico dei Pooh. Il cofanetto sarà anche disponibile in due versioni, 4 CD e 3 LP. Le canzoni della nostra storia vuole essere un momento di riconoscimento dell’enorme successo di un gruppo tra i più importanti e amati nella storia della musica italiana, ripercorrendo, attraverso 72 grandi hit ed alcune imperdibili chicche, i cinque decenni di attività della band. Stefano D’Orazio ne era una delle colonne portanti!
A Novembre 2012 pubblica il libro autobiografico Confesso che ho stonato – Una vita da Pooh (Feltrinelli/Kowalsky): per chi non l’ha conosciuto, forse questa può essere la partenza per scoprire una vita musicale assai intensa.