Le quattro Killin’ Baudelaire e l’alternative/nu metal nel nuovo video Later / Hater

La bontà dei 13 brani del loro disco Vertical Horizon (edito da Bagana Records) ha visto all’opera Titta Morganti (che ricordiamo al lavoro con i Mellowtoy). Dopo aver pubblicato il videoclip del brano Lullaby, ecco le quattro Killin’ Baudelaire alle prese con le atmosfere electro di Later / Hater dentro un videoclip potente e con molto pathos. Testo e musica ad opera dell’intera formazione, produzione artistica di Titta Morganti e Francesco Altare. Registrazioni e mix di Francesco Altare presso 33HZ Studio di Trezzo sull’Adda (Milano), master ad opera di Riccardo Parenti, presso Elephant-Mastering Studio di Roma.

Later / Hater arriva dopo il singolo apripista Lullaby e rappresenta un’ironica autocritica della formazione che testimonia come a volte le apparenze possano ingannare e come quattro ragazze che da fuori sembrano pronte a spaccare il mondo siano in realtà molto semplici, esseri umani con tante insicurezze, paure e infiniti sogni da realizzare… Il nuovo album Vertical Horizon è una miscellanea di emozioni, sentimenti di rivalsa, tutti accumunati dal desiderio di elevazione, come del resto racconta l’omonima canzone che chiude il lavoro. Come la medusa, che si sposta dolcemente dal basso verso l’alto (o viceversa), così è il concetto che accompagna queste tredici canzoni. Accettare i momenti profondi come abissi e anelare a quelli più vividi e concilianti.
I still know who you are, Be cool, ‘cause we’re too much busy finding our flaws, Now it’s your time to withdraw, Don’t worry they’re not one, these fucking bitches are four!