Candlemass, Doom per l’eternità!

Per me intervistare i Candlemass è stata un’esperienza unica in quanto sono una delle band che amo di più. Poi poter intervistare il leggendario cantante-session man (ora cantante ufficiale del quintetto svedese – nda) di quel colossale album di debutto intitolato “Epicus Doomicus Metallicus” Johan Langquist è stata un’esperienza al limite del mistico. L’importanza dei Candlemass nell’evoluzione del Doom è determinante e definitiva. Loro hanno dato nuova luce al genere rendendolo possente e compatto come mai prima d’ora. Inoltre, hanno inserito nell’ambito Doom una forte compente Epic che ha reso il loro sound ancora più potente e variegato. Insomma, l’accostamento Doom ed Epic li ha resi immortali. Sono, senza dubbio, i maestri assoluti del Doom ed una miriade di band è stata fortemente influenzata dal loro sound senza mai raggiungere, tuttavia, le altissime vette qualitative dei Candlemass. Dal succitato esordio al recente album “The Door to Doom” i Candlemass hanno indicato la rotta per l’intero Doom contemporaneo e il fatto che nella track “Astorolus” suoni Tony Iommi indica un chiaro passaggio di consegne fra i fondatori assoluti del genere – i Black Sabbath – e i Candlemass. YOUR DOOM IS SEALED!!!

Il vostro nuovo album “The Door to Doom” è un album davvero esplosivo…. ” Grazie per l’elogio…grazie veramente…”

Come riuscite ad essere così potenti e forti dopo tutti questi anni? ” Non so proprio darti una risposta certa, ma il fatto di comporre musica da tutta una vita è sicuramente una ragione per cui suoniamo in questo modo. La mia passione per la musica non morirà mai e questa è un’altra delle ragioni che ci spinge a suonare così.”

Ciò che impressiona del vostro nuovo album è la varietà dei suoni…
“Leif ha sempre un chiara immagine di come deve essere un brano e spende parecchio tempo cercando i giusti suoni per ogni singolo brano.”

Per te qual’è il brano più rappresentativo di “The Door to Doom”? “…”Astorolus” è molto popolare anche perché abbiamo come ospite Tony Iommi (il padre del riff brutale) che esegue un riff davvero incredibile. Personalmente non c’è un brano che preferisco più dell’altro. Amo tutti i brani dell’album senza distinzione alcuna.”

Come riuscite a creare musica di così elevato livello qualitativo nonostante gli anni passino? “Leif è molto ambizioso quando inizia a comporre e non vuole ripetersi. Forse è questa la chiave di tutte le canzoni memorabili che ha scritto per i Candlemass durante tutti questi anni….”

Come reagite quando la gente considera i Candlemass una band storica, iconica e leggendaria? ” Senza dubbio tutto ciò è commovente e sono orgoglioso di far parte di una musica che esercita così grande impressione sulla gente.”

Quali i piani futuri dei Candlemass? Quando un nuovo album che stiamo aspettando in maniera impaziente? “Leif sta lavorando al nuovo album e poiché non si è sentito bene (auguri di pronta guarigione Maestro – nda) le cose vanno più lentamente. Fino ad oggi sono stati realizzati due demo-tapes molto interessanti ed eccitanti e altri brani sono in fase di avanzata scrittura…”

Come mai il Doom Metal attrae così tanto la gente? Forse perché interpreta le aree più nascoste dell’essere umano? “Assolutamente, ogni aspetto della vita deve avere un suo corrispettivo musicale e per me il Doom rappresenta il lato più buio e oscuro della vita.”

Uno speciale messaggio per i vostri fans italiani? “Vi auguro il meglio con tutto il mio cuore e siamo impazienti di incontrarvi al più presto possibile (Covid-19 permettendo – nda).”

Sito ufficiale https://candlemass.se/
Sito ufficiale della Napalm Records https://label.napalmrecords.com/