La ternana Marta Fabrizi pubblica il videoclip del brano Numero Uno

Quella canzone da il titolo all’ep d’esordio, frutto della vittoria al contest Musicaffamata ed organizzato dal Mishima di Terni. Racconta l’artista .. E’ il primo brano che ho scritto. Che forse si sarebbe dovuto chiamare “Numero 0”, ma l’inesperienza gioca brutti scherzi.È nato in una mattina di sole, come oggi, mentre ero seduta al pianoforte. Quattro accordi e parole che scorrevano come un fiume. Immagini che spuntavano: la polvere sul pianoforte, il tragitto casa-lavoro, il caffè col capo prima di entrare. Un solo filo conduttore: il sorriso del cuore aperto. Non dimenticherò mai la prima volta sul palco del Mishima con le mie canzoni: la strizza, i dubbi, l’ansia, le mani che tremano e la voglia di spaccare tutto. Dopo anni di parole ed emozioni sempre prese in prestito da altri, per la prima volta, c’erano le mie. E è andata bene ..
Il video è stato girato interamente presso il Mishima da Lorenzo Bernardini e Simone Santamaria. Il montaggio è di Lorenzo Bernardini. La band di Marta è composta da: Massimo Colabella (Chitarra), Francesco Dominicis (Sax), Matteo Fabrizi (Basso), Emanuele Grigioni (Piano e Synth) e Tiziano Tetro (Batteria). L’Ep di esordio di Marta Fabrizi, in uscita nei prossimi mesi, è stato interamente prodotto dal Mishima di Terni, in collaborazione con il Sinusoide Studio di Marco Testa.

Marta Fabrizi, cantante e musicista ternana, per la prima volta nelle vesti di cantautrice, pubblica in anteprima il video di Numero Uno, frutto della vittoria nel corso della prima edizione di Musicaffamata, il premio musicale under 30 organizzato dal Mishima di Terni nel 2019. In quell’occasione, Marta aveva ottenuto il primo premio, che prevedeva la registrazione di un EP, di un video e la realizzazione di un piccolo tour promozionale. A causa del Covid, i tempi di uscita hanno subito un brusco rallentamento. Racconta Emiliano Angelelli, (ideatore di Musicaffamata e proprietario del Mishima) .. ma ci sembrava necessario presentare questo lavoro di Marta al pubblico, visto il grande impegno organizzativo che avevamo profuso e inoltre per dare il giusto riconoscimento a una delle giovani musiciste più dotate della nostra città ..