Ivan Perugini ed il suo ep Wolf Way: dettagli sui brani contenuti ..

Continua la collaborazione del chitarrista marchigiano con U.d.U. Ululati Records e le edizioni NML New Model Label. Segna nel contempo una evoluzione dai gruppi in cui Ivan Perugini ha militato (dai Sun King, ai Project Czar, passando per i Rebel Heart), ma è indubbio che quel rock giovanile è ancora nel suo cuore: Wolf Way è perciò un ululato hard rock che si gioca le sue carte in questo terzo decennio del nuovo millennio.
Mentre il progetto solista frulla nella testa di Ivan Perugini, contemporaneamente Paolo Ojetti si ritrova ad aprire il suo Castaway Studio a Civitanova Marche (Macerata): da questa collaborazione nasce Wolf Way. Vogliamo vedere il dettaglio dei brani contenuti? Affidiamoci alle parole di Ivan Perugini…

“.. Una combinazione di fattori mi ha permesso di passare quasi due giorni interi a suonare e registrare la batteria, che essendo uno strumento a me non esattamente confacente, ha richiesto fisicamente più tempo ed energie per arrivare a quello che mi ero fissato come obbiettivo. Così è nata l’ariosa e positiva Change, che vede nell’atteggiamento di partenza positivo la base su cui poggiare la volontà di agire e reagire alle situazioni. Il cardine per dare positività alla quotidianità. Way of life esprime quasi un senso di una autoironica follia che sdrammatizza e induce a relativizzare i pesi che talvolta ci mettiamo addosso. Quei nascenti da ragionamenti personali le cui conseguenze sono tutt’altro che automatiche o scontate e invece tutte da dimostrare. Molto ritmica è Strength, canzone che ricerca la fortezza interiore su cui costruire la nostra azione, nel momento in cui abbiamo deciso la direzione in cui dirigere i nostri passi.
Wulf sintetizza un modo personale in cui camminare verso l’obbiettivo scelto, sia esso reale e concreto o al contrario un modo di essere. Ho deciso di coinvolgere in questo progetto solista Roberto Basili, di Montecosaro Scalo come chitarrista solista in Strength, un vero e proprio artigiano della musica che suona benissimo la batteria, la chitarra ed è anche un bravo liutaio. Giacomo Pettinari, solista in Wulf, con cui ho condiviso per una decade il lavoro nei Sun King ed infine Jan Mozzorecchia (leggi Sybilla) solista in Change, che ha curato, con Alessandro Fermani, anche la grafica dell’Ep, oltre ad elargire preziosi consigli ..”