Chadia Rodriguez ha pubblicato Non Mi Uccidere, il nuovo brano che fa parte della colonna sonora dell’omonimo film

Personaggio di grande fascino trasgressivo, ha alle spalle un’infanzia difficile e tormentata. E’ cresciuta in un quartiere borderline di Torino e ha avuto esperienze dure, oltre a essere stata vittima di bullismo, come trapela dai testi autobiografici delle sue canzoni. Il 24 Febbraio il nostro Antonio Ranalli ha intervistato Chadia Rodriguez, una delle trapper più influenti della scena italiana, tanto da essere diventata una teen idol, famosissima soprattutto tra il pubblico degli adolescenti.

Il suo nuovo brano esce su Epic Records /Sony Music Italy e fa parte della colonna sonora dell’omonimo film composta e realizzata da Andrea Farri e Andrea De Sica. Il singolo, prodotto da Big Fish, vede la partecipazione della talentuosa attrice Alice Pagani, protagonista del film diretto da Andrea De Sica. Con il graffio della sua voce, Chadia Rodriguez racconta la disperata ma instancabile ricerca di un amore impossibile, all’apparenza perduto, suggellato dalla promessa di un’eternità che appare in pericolo. Un sentimento soprannaturale, forte a tal punto da oltrepassare il corpo e da spingere a lottare contro tutti e tutto pur di poterlo salvare. Tanti sono i sentimenti che trasudano le rime serrate ed energiche dell’artista: rabbia, paura, angoscia, determinazione, coraggio. È una lotta tra luci e tenebre, tra la vita e la morte, un’incessante corsa contro il tempo che lascia col fiato sospeso fino alla fine.
Ho chiuso gli occhi e lui ha detto «ritorneremo»
la volontà è più forte della morte
l’amore che oltrepassa il corpo
lacrime nere, riapro gli occhi nelle tenebre