Il 12 giugno si festeggia il Record Store Day: tante le uscite in vinile

Si festeggia sabato 12 Giugno il primo dei due eventi 2021 dedicati al Record Store Day, il giorno dell’orgoglio dei negozi indipendenti di musica che ormai è diffuso a livello globale e che cresce ogni anno con appassionati sempre più esigenti.

Le case discografiche si presentano all’appuntamento con la distribuzione di ristampe, anteprime ed edizioni speciali. Al centro della manifestazione vi è naturalmente il formato più iconico: il vinile, la cui rassicurante e nostalgica fisicità ha fatto soprattutto da contraltare agli affanni del primo lockdown.  Allineandosi con il trend positivo di crescita a livello globale, anche in Italia nel primo anno di pandemia il vinile ha registrato un aumento delle vendite del 2,5%. E nel primo trimestre del 2021 il formato ha segnato un record storico: per la prima volta dopo trent’anni il vinile ha infatti superato il CD, in calo del 6%. Si tratta di un segnale incontrovertibile sulla compresenza di modalità differenti – e non alternative – di consumo: in un mercato ufficialmente dominato dallo streaming – che ricopre ormai l’80% del fatturato locale – il vinile rappresenta oggi l’11% delle vendite di musica in Italia. La lista completa dei titoli disponibili nei negozi italiani è consultabile qui. Tra le uscite speciale pensate per questa giornata da segnalare le riedizioni di “Charade” di Alice, “L’alba dei morti viventi” (45 giri) dei Goblin, “Tarkus” di Emerson, Lake & Palmer, “Scooby Snacks” (25th Anniversary Edition) dei Fun Lovin’ Criminals, “Incantations” di Mike Oldfield, “Odissea” (35th Anniversary) di Mango, “Live! Vol. 1: Boston 1979” e “Live! Vol. 2: Atlanta 1983” dei Police, “Gente come noi” dei Nomadi, “Two Against Nature” ed “Everything Must Go” degli Steely Dan, “Heavy Metal (Live”) di Sammy Hagar & The Circle, “Face Dances” degli Who e “Fire (40th Anniversary Edition)” degli U2.