Shangai, Bologna, New York: intervista a Pia Tuccitto ed Irene Mastrangeli …

Pia nella busona Bologna, mentre la Mastrangeli bazzica a New York da tempo. Perché allora ho citato la megalopoli cinese? Ma allora siete proprio curiosi, così come lo sono stato io quando ho saputo che avevano duettato nel brano April 7th, pur essendo il loro sound assai diverso. Con i potenti mezzi a mia disposizione (e sfruttando la loro indubbia gentilezza) le ho raggiunte, costruendo questa intervista che è un vero e proprio scambio di opinioni in diretta. Anche se in mezzo c’è un oceano o forse due, ma questi sono particolari: la musica del resto ha intrinseco il potere di superare ogni tipo di ostacoli, anche chilometrici..

Grazie ad Irene Mastrangeli e Pia Tuccitto per averci accettato questa intervista. La mia prima domanda è scontata… in quale occasione siete entrate in contatto? Pia = Sono stata contatta da un mio amico Michele, che abita a New York e che aveva in mente dato che amava profondamente la mia canzone “7 Aprile”, di poterne fare una versione inglese. Mi ha proposto Erene. A me è piaciuta subito tanto sia l’adattamento, che la voce, molto calda e profonda. Anche se il suo genere era distante dal mio, l’ho sentita molto vicino e il risultato, è stato molto emozionante! Le ho dato carta bianca ed ha funzionato…questa è la magia della musica! Irene = Siamo entrate in contatto grazie ad un amico comune, Michele Massari, che ha avuto l’idea di creare una versione inglese della famosa canzone di Pia, 7 Aprile. Michele è venuto ad uno dei miei concerti al Living Room, a Brooklyn, e ha pensato fossi la persona giusta per farlo. Mi ha fatto ascoltare 7 Aprile quella sera stessa e mi sono innamorata subito del brano. Ho detto subito di sì e ho iniziato a scrivere la versione in inglese di 7 Aprile quella notte. Pia ha ascoltato una prima versione che le è piaciuta molto e mi ha dato carta bianca. Mi sono sentita libera di creare la versione che ritenevo più opportuna ed ha funzionato. Grazie all’incoraggiamento ed entusiasmo di Pia ho potuto usare la mia creatività al massimo.
Quando è avvenuto il vostro incontro fisico? Irene = L’incontro fisico è avvenuto alla fine dell’estate del 2015 a Bologna. Io ero in Italia per dei concerti. Avevo un concerto anche al Bravo Caffè a Bologna appunto. Ci siamo incontrate durante quei giorni. Ci siamo subito trovate bene insieme e abbiamo deciso di registrare la versione inglese di 7 Aprile. Sono tornata a Bologna poco dopo per registrare il brano e poi Pia mi ha invitata a cantarla in duetto con lei ad un suo concerto a Bravo Caffè. Io l’ho accompagnata alla chitarra e l’abbiamo cantata unplugged. Pia = E’ venuta a Bologna a Settembre del 2015 per registrare in studio la versione in inglese April 7th. In quell’occasione l’abbiamo cantata insieme al Bravo Caffè di Bologna, lei mi ha accompagnato alla chitarra, è stato subito feeling.

Irene avevi mai ascoltato la musica di Pia nel recente passato? E tu Pia, avevi saputo di questa riccioluta torinese trasferita a New York? Irene = Non pensavo di aver mai ascoltato la musica di Pia ma quando ho scoperto che aveva scritto canzoni come “E” per Vasco Rossi mi sono resa conto di aver ovviamente già ascoltato la sua musica. Pia = Non ho mai avuto l’occasione di ascoltare la sua musica, ma ne sono stata rapita appena l’ho conosciuta, è veramente magica.

Come mai avete deciso di puntare su un brano così particolare come April 7th? Irene = La decisione è stata di Pia quindi lascio che lei ne parli. Io posso solo dire che dopo aver ascoltato la versione originale, 7 Aprile, per me la decisione era ovvia perché è un brano così forte e coinvolgente. Le immagini del testo sono geniali, c’é proprio la firma di Pia Tuccitto. Per me non poteva essere che 7 Aprile la scelta giusta. Pia Questo è solo l’inizio della nostra avventura= E’ stato Michele a suggerirmi questa canzone, non a caso è la mia preferita, in quanto è quella che artisticamente mi rappresenta di più. Prodotta insieme a Luca Bignardi, dall’altra parte dell’Oceano a Shanghai.
Quali azioni promozionali avete in mente per promuoverlo, nel breve e medio periodo.. Pia = Il brano è già in rotazione in molte radio del Sud America e in Europa. Piace molto e sono convinta che ci darà molte soddisfazioni. Questo è solo l’inizio della nostra avventura. Irene = Per ora stiamo facendo interviste radio anche con radio sud americane. Ci stiamo affidando anche alla stampa. Io personalmente sto cercando della promozione stampa anche qui a New York, specialmente nelle pubblicazioni della comunità italo-americana ..