Linguaggi comuni, residenza artistica

In un momento, lungo un anno, in cui la musica non ha avuto nessun tipo di sostegno per la pandemia, è giusto dar risalto a progetti che cercano di portare alla luce nuove leve. “Linguaggi Comuni” è uno di questo progetti. Trattasi di cinque musicisti tra i 23 e i 30 anni, provenienti da background molto diversi tra loro (pop, math rock, emo, cantautorato, musica sperimentale) sostenuti da Andrea Mangia, in arte Populous, che ha accettato la sfida di accompagnare i partecipanti, fornendo nuovi strumenti, idee e spunti per il futuro. Si è trattata di una settimana di prove e registrazioni, che ha portato alla realizzazione di quattro brani originali. In concomitanza con l’uscita dell’ep è stato pubblicato sul sito di To Lose la Track (e in anteprima sul portale della rivista Rumore) un video documentario realizzato da Paolo Polacchini (Studio Bajkal), che racconta attraverso le immagini l’esperienza dal punto di vista dei partecipanti e degli organizzatori. Un ep interessante di vario genere, che comunque porta avanti una musica diversa dal solito.

La tracklist

  1. Disclose
  2. Trocadero
  3. Escher
  4. Rococò