Passeggeri del Tempo: presentato il festival Frattempi2 in programma in Val Pesarina

L’Associazione Culturale CulturArti e il Comune di Prato Carnico, con il finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia, promuovono il progetto Frattempi, che intende favorire l’incontro tra il mondo produttivo e il mondo dell’arte e della creatività, giunto alla seconda edizione. Sono diverse le partnership che rendono possibile realizzare un festival del genere: desiderio citare il Centro Studi Pier Paolo Pasolini, l’Associazione Culturale Folkgiornale, la Fondazione Museo carnico delle arti popolari “Michele Gortani”, l’Associazione Turistica Pro Val Pesarina, la Condotta Slow Food Carnia e Tarvisiano “Gianni Cosetti”, la Comunità degli italiani di Parenzo, l’Associazione Culturale “Foes”, ed è finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione Friuli. Sottolinea il nostro diretur Giancarlo Passarella .. Il sottotitolo Passeggeri del Tempo da bene l’idea del fine che intende raggiungere Frattempi2 ed a noi piace sottolineare l’idea delle residenze artistiche per cantautrici e cantautori under 35 che si terrà dal 27 al 29 Agosto: Vuol dire aver ben chiaro che (come si diceva nel Rinascimento) dopo la teoria, bisogna parlare con il magister ed “andare a bottega”, per vivere la propria passione artistica sin dal suo humus. Anche perché (purtroppo) non basta esser bravi nella propria arte, ma bisogna anche saperla presentare. Il nostro terzo millennio presuppone un minimo di marketing, sennò emergono non i più talentuosi, ma i più abili a proporsi!

Una diversa angolazione del pensiero sul tempo sarà il tema artistico di questa seconda edizione del Festival: il tempo necessario o sufficiente “a qualcosa”, il tempo che ci vuole! Come il tempo di una vita, di un amore, di un addio, di un abbraccio, di una canzone, di un’idea, o il tempo di cambiarla, il tempo di un viaggio, di una guarigione, che sia fisica o spirituale … ma anche il tempo che ci vuole per la maturazione di un frutto, di un vino, o quello per la stagionatura di un salume, di un formaggio. O anche il tempo per costruire uno strumento musicale, un orologio. Ogni giorno, tutti noi, siamo passeggeri del tempo: lo governiamo o ne siamo governati? È la mia mano che accarezza il tempo o è il tempo che accarezza la mia mano? Scrive il noto cantautore Edoardo De Angelis (al quale è nuovamente affidata la Direzione Artistica del Festival) .. Quando ho accettato la direzione artistica, poco o nulla conoscevo della Val Pesarina. successivamente, visitando i luoghi, respirando le atmosfere, incontrando la gente, il cuore è rimasto così fortemente suggestionato, che il suo battere ha assunto il tempo magico, essenziale, che prende ogni persona che porti nella Valle occhi per guardare e cuore per sentire. Nella Valle del Tempo, il tempo si è fermato; là si è originato un tempo “speciale”, un tempo fuori dal tempo. Continueremo a lavorare per individuare nel mondo dell’arte, della musica, del teatro, delle immagini, della parola, artisti ed eventi che possano misurare il loro “tempo” con quello della Valle ..
Molto interessanti anche le parole di Roswitha Del Fabbro .. Il Tempo dell’Uomo è costellato da straordinarie invenzioni, mosse dalla creatività e da intuizioni geniali. La Val Pesarina ha sempre esercitato su di me un fascino profondo, non solo per la bellezza dei luoghi ma anche per il suo stretto legame con il Tempo. In questa Valle, Remigio e Fermo Solari hanno completamente rivoluzionato il nostro modo di leggere il tempo. Il Festival vuole rilanciare questo spirito di creatività, creando una sinergia tra le realtà produttive d’eccellenza del territorio e gli artisti. Un sentito ringraziamento va alla Regione FVG e alla Fondazione Friuli per il sostegno economico che permetterà di realizzare questa importante rassegna. ..