Da oggi Rubini, il singolo di Mahmood con Elisa, contenuto nell’album Ghettolimpo

Per promuovere il suo recente album Ghettolimpo, Mahmood ha tenuto in considerazione la smania di collezionismo dei suoi fans, puntando anche su opere digitali da collezione. Create da Lettergram (che ha curato la grafica del disco e che anche in questo caso ha tradotto le idee creative di Mahmood) sono disponibili esclusivamente sul sito ufficiale in copie limitate, ognuna riconducibile a un certificato digitale che ne assicura l’assoluta unicità. Unitamente alle opere digitali vi sono prodotti fisici, fra cui l’album Ghettolimpo in vinile e nell’esclusivo supporto in musicassetta oltre alle T-shirt del merchandising ufficiale. Da oggi in radio il singolo Rubini .. Ma stare con te finirà che mi darà alla testa, come rubini rossi nella bocca / Ma te lo dico subito, tu non venire qui se poi .. cerchi solo un brivido, lasci solo un livido ..

Scritto a quattro mani da Mahmood ed Elisa durante un soggiorno in Toscana, e prodotto da Dardust, Rubini racconta l’adolescenza di Mahmood vista oggi, da adulto: un momento travagliato, che racconta le prime relazioni, le prime avventure con gli amici più cari, Gugu e Davide, e il disagio adolescenziale tipico di un momento delicato della sua vita e della vita di tutti. Racconta Mahmood .. Elisa è una delle artiste italiane che più ho nel cuore e per cui nutro una stima immensa e grazie alla quale ho imparato molto. Questa collaborazione ha per me un’importanza gigantesca, tanto che è il pezzo a cui ho più lavorato, perché volevo che fosse perfetto. Mi sono immediatamente innamorato del provino di Elisa: ho iniziato subito a metterci la testa, rielaborandolo con aggiunte di testo, un nuovo intro e aggiungendo delle chitarre sognanti nel ritornello.. Elisa aggiunge .. Alessandro per me è uno degli autori più brillanti della nuova scena italiana, il fatto che si sia innamorato già della mia prima stesura di questa canzone è stato bello. Lui poi è entrato magnificamente nel brano. Ho sentito un ponte spazio-temporale tra di noi, un’energia che ci accomuna nell’amore per la ricerca e per la contemporaneità .