Aperte le iscrizioni alla sesta edizione del BMA – Bologna Musica D’Autore, dedicato ai giovani cantautori emergenti

E’ uno showcase festival. Offre ai partecipanti l’occasione di suonare dal vivo in alcuni tra i luoghi di riferimento della scena live. Una commissione di addetti ai lavori selezionerà le migliori proposte, esprimendo un giudizio che non riguarda la singola canzone, ma le potenzialità complessive dell’artista. E i selezionati saranno affiancati in un percorso di crescita artistica che graviterà proprio intorno agli studi dove è nata la grande canzone d’autore italiana: i Fonoprint .sono realtà professionale aperta nel 1976 e che ha fatto la storia della musica italiana. Qualche nome? Zucchero registra qui il suo album “Blue’s”, Vasco Rossi “Bollicine”, Gianni Morandi il suo “Varietà”, Lucio Dalla qui incide “Caruso”…

Giunto alla VI edizione, torna il BMA – Bologna Musica D’Autore, dedicato ai giovani cantautori emergenti nella scena musicale italiana. L’obiettivo è dare la possibilità ad artisti emergenti di esporsi, di confrontarsi con i professionisti del settore musicale e di esibirsi in un tour itinerante in varie realtà italiane. Esempi concreti di questo sono i finalisti di BMA 2019: Neno, il vincitore proclamato nell’ultima serata al Teatro Duse, è stato protagonista di “Amici” di Maria De Filippi. Il programma di BMA 2022 si estende da Febbraio a Ottobre. Rispetto agli altri anni, sono state aggiunte importanti novità, tra cui nuovi appuntamenti, eventi, talk, location inaspettate e coinvolgimenti in noti Festival, ma soprattutto l’introduzione di una Settimana della Musica a Settembre.