Sold out per l’inaugurazione del festival Gubbio No Borders e domani Lorenzo Tucci, Fabrizio Bosso, Luca Mannutza e Javier Girotto

Tutto esaurito il 17 Agosto al Teatro Romano di Gubbio per il concerto inaugurale della 18esima edizione con Danilo Rea che (con Ares Tavolazzi e Ellade Bandini) ha incantato gli spettatori per due ore con un repertorio che ha spaziato dal songbook americano ad alcuni brani noti di Beatles, De André e Modugno. Grande attesa per il secondo live in cartellone che Mercoledì 21 Agosto alle 21.30 vede salire alcuni tra i più importanti esponenti del jazz italiano sul palco allestito nel celebre Palazzo Ducale di Gubbio. Nel patchwork fotografico ecco il batterista Lorenzo Tucci, il trombettista Fabrizio Bosso, il sassofonista Javier Girotto e Luca Mannutza che sarà impegnato all’organo hammond!

Il Palazzo Ducale ospiterà anche il concerto di Massimo Moriconi, uno dei più grandi bassisti della musica italiana (ha collaborato con innumerevoli artisti tra cui Mina, Fabio Concato, Fiorella Mannoia, Armando Trovajoli e con autentici miti come Chet Baker, Billy Cobham), insieme a un nuovo ed eccellente talento: la cantante Emila Zamuner. Il duo Mercoledì 28 Agosto presenterà al Gubbio No Borders il bellissimo progetto basso-voce “Duets” che celebra le canzoni tratte dal songbook americano ed italiano.     L ’ultimo concerto di Sabato 31 Agosto sarà ambientato nel suggestivo Cortile della Società Generale Operaia di Mutuo Soccorso, nel quartiere storico di San Martino. “No Borders Meet Up” vede protagonisti gli 11 docenti delle No Borders Masterclass (Corsi di Alto Perfezionamento Jazz): i chitarristi Francesco Diodati e Paolo Ceccarelli, i sassofonisti Cristiano Arcelli e Leonardo Radicchi, il trombonista Andrea Angeloni, i contrabbassisti Gabriele Evangelista e Ferdinando Romano, la cantante Marta Raviglia, il batterista Marco Valeri, Il trombettista Angelo Olivieri e il pianista Alessandro Giachero. Insieme a loro, si esibiranno gli studenti delle No Borders Masterclass.