Inizia il tour europeo del chitarrista jazz John Scofield, con tre date in Italia

Vi consiglio di analizzare il calendario dei concerti europei di John Scofield: sicuramente sarà difficile andare in Finlandia, ma ci sono due concerti in Sicilia ed uno nel bresciano..

JANUARY
– 25 Iisalmi, Finland
– 27 Helsinki, Finland
– 29 Innsbruck, Austria
– 31 Koge, Denmark
FEBRUARY
– 01 Berlin, Germany
– 03 Catania, Italy
– 04 Palermo, Italy
– 06 Trutnov, Czech Republic
– 07 Breno (Brescia), Italy
– 08 Schaan, Liechtenstein
– 09 Münster, Germany
Sono concerti molto particolari, perché si esibisce da solo sul palco. Una scelta intima e coraggiosa che così ha voluto spiegare .. Il fulcro principale del suonare la chitarra per me è sempre stato il fatto di far parte di un gruppo, apprezzando la melodia che scaturisce quando dei musicisti si ascoltano a vicenda e improvvisano tutti insieme. Onestamente, fino ad ora, ho sempre evitato di suonare interi concerti da solo. Talvolta rivivo ancora l’incubo di suonare Greensleeves per il concertino scolastico! Ci si sente abbastanza isolati sul palco a suonare da soli e non consideravo l’assolo come un’eccellente forma di creazione estemporanea. Senza parlare del fatto che non sono Segovia! Tutto ciò premesso per dire che dopo 56 anni di carriera, finalmente sono affascinato dal fatto di suonare da solo e di godermi le varie circostanze. Del resto solo oggi realizzo cha a casa o nelle stanze d’albergo ho sempre suonato da solo, tutti i giorni, sin dal 1962! Recentemente ho riflettuto tanto sul modo i cui possa esibirmi da solista e allo stesso tempo trasmettere anche i miei sentimenti e le mie emozioni. La mia idea è quindi quella di lasciare una base canzonettistica suonando jazz, country e motivi rock, che adoro, oltre ad alcuni miei componimenti. Utilizzerò il pedale poche volte, cioè solo quando vorrò enfatizzare alcuni pezzi..
Molto interessante Hudson, un disco del Giugno 2017, in cui collabora con altri grandi del jazz, come Jack DeJohnette, Larry Grenadier e John Medeski .. Everyone in the group lives in and around the historic Hudson Valley, north of New York City. Inspired by the beauty and environmental fragility of the region, their album offers Scofield and DeJohnette originals, alongside inspired readings of Bob Dylan, Jimi Hendrix, The Band and Joni Mitchell. The soloing is deep, but it’s their confluence of piano/organ, gritty electric guitar, and acoustic rhythm section that makes Hudson unique..
Ma è lo stesso John Scofield a raccontare questo suo momento ..
Sto lavorando a questo nuovo progetto da quasi un anno e cerco di volgere i miei pensieri verso nuove direzioni, soprattutto quando non vedo l’ora di iniziare delle performance e mi sento emozionato e trepidante. Spero che vi piacerà fare questo viaggio con me!
Biograficamente risulta nato a Dayton nel 1951 ed ha iniziato alla grande, esibendosi con Gary Burton e Gerry Mulligan, per poi entrare nella band del tastierista George Duke e del batterista Billy Cobham. In quella formazione c’era anche il bassista Alphonso Johnson..