Contro la violenza sulle donne, il cyberbullismo e il body shaming: Bella Così, nuovo singolo di Chadia Rodriguez feat. di Federica Carta

Piacere mi chiamo donna, convivo col difetto e con la vergogna
Se giro con i tacchi e la gonna corta, se sono troppo magra o troppo rotonda
Mi hanno chiamato secca e balena, gridato in faccia e sussurrato alla schiena
Mi hanno dato della suora della troia della scema, senza trucco senza smalto e crema ..


Bella così (edito Sony Music Italy), è il nuovo singolo di Chadia Rodriguez con lo speciale feat. di Federica Carta e prodotto da Big Fish: ufficialmente è stato pubblicato lo scorso Venerdì.
E’ il cuore di un progetto contro la violenza sulle donne, il cyberbullismo e il body shaming, in cui Chadia ha coinvolto donne con storie complesse e diverse tra loro, che rappresentano la femminilità a 360 gradi. Bella così lancia un messaggio di forza e orgoglio alle donne, per farle sentire a proprio agio con se stesse e con il proprio corpo, ciascuna nei propri pregi e nei propri difetti. Questo brano ripercorre i tratti di Chadia, la scrittura, i testi espliciti e diretti che danno spazio ad argomenti che da sempre ritiene importanti e che la riguardano in prima persona. Alla sua voce si aggiunge quella di Federica Carta, in un intreccio di sonorità e personalità che sprigiona forza unendosi sul beat di Big Fish: con lui aveva già lavorato in precedenza, come nel brano Mangiauomini.
Chadia l’8 Marzo (in occasione della festa della donna) ha pubblicato un video sul suo profilo instagram raccogliendo alcuni tra i più feroci commenti che le sono stati postati sui social senza censure: stamani erano quasi 300 mila le visualizzazioni! In questi giorni l’artista ha anche pubblicato le anteprime di tre racconti di donne: Greta, Melissa e Stefania, ognuna diversa dall’altra ma accomunate dal fatto di essere state vittime di violenza fisica o psicologica. Nelle prossime settimane le interviste verranno pubblicate integralmente sui profili social di Chadia, con lo scopo di far conoscere le singole storie di queste donne in rappresentanza di tutte quelle che sono ancora oggi vittime..