Le future celebrazioni su Enrico Caruso e la speranza che la RAI le promuova adeguatamente

Riccardo Laganà (consigliere di amministrazione RAI) ha scritto una lettera all’Azienda per .. valutare l’opportunità di avviare tutte le procedure necessarie al fine di poter ricordare al meglio un grande artista che ha dato lustro al nostro paese ..! La riflessione nasce da due anniversari di Enrico Caruso: il 2 Agosto del 2021 saranno 100 anni dalla morte di Enrico Caruso e il 25 Febbraio del 2023 i 150 anni dalla sua nascita. Come sottolinea Laganà nel suo scritto, questo è …un arco temporale di due anni e mezzo ideale per marcare la celebrazione della più importante voce della storia della musica, “il tenore dei tenori”, un italiano ancora oggi famoso e ascoltato in tutto il mondo..

Molto interessante la seconda parte della sua lettera, dove il consigliere suggerisce di coinvolgere tutta la struttura lavorativa dell’Azienda, sottolineando che … Il CPTV Centro di Produzione di Napoli potrebbe dunque essere un solido fulcro attorno al quale organizzare l’evento.. Per la RAI sarà la straordinaria opportunità di armonizzare le manifestazioni su scala internazionale, a partire dalla comunità italiana a New York sicuramente molto interessata all’evento, insieme a tutti i soggetti eventualmente interessati a collaborare in concorso con le istituzioni culturali e musicali che da tempo si occupano di custodire le memorie del grande tenore..
Su questo specifico punto, mi permetto di evidenziare come altri due centri di produzione RAI potrebbero essere coinvolti e mi riferisco a quello di Potenza e quello di Firenze. Perché..
1) Tra i piccoli musei dedicati a Caruso, in un micro paese della provincia di Potenza (di circa 1500 abitanti) ne abbiamo uno ricco di cimeli, inaugurato 10 anni fa da Enrico Caruso jr
2) Villa Caruso è a Lastra a Signa, prima periferia di Firenze e quindi il centro di produzione locale è pronto a dare il suo contributo, considerando anche l’ampio auditorium di cui dispone.


Nell’ultima parte dello scritto di Riccardo Laganà sono citati i programmi che l’Azienda ha dedicato ad Enrico Caruso e sui i quali vi ho riferito in tempo reale, appena sono stati realizzati..
– Nel 2009 con il lungometraggio La voce di Enrico Caruso realizzato per il Tg2 dal giornalista Michele Bovi e lo scrittore Pasquale Panella, la RAI si aggiudicò il premio Golden Mediamix per il migliore programma prodotto dalle televisioni europee
– Nel 2012 Raiuno propose la miniserie Caruso, la voce dell’amore interpretata dal tenore Gianluca Terranova e l’attrice Vanessa Incontrada
– Raiuno in collaborazione con il Comune di Sorrento ha trasmesso diverse edizioni del Premio Caruso, assegnato ad artisti, come Lucio Dalla, Carla Fracci, Andrea Bocelli, Vittorio Grigolo. L’edizione 2012 ha visto anche il Comune di Lastra a Signa ospite a Sorrento in diretta su Raiuno.
Per la considerazione finale, mi affido alle testuali parole di Riccardo Laganà …Nei prossimi tre anni per la RAI si presenta dunque l’occasione di celebrare Enrico Caruso con una varietà di contributi di valore eccezionale: due anniversari potenzialmente in grado persino di conferire all’Italia una condizione favorevole in più nelle relazioni internazionali in termini di simpatia e considerazione per il suo Artista universalmente più celebre di tutti i tempi…