Post Nebbia – Canale Paesaggi (Dischi Sotterranei/La Tempesta)

Ma che bel disco hanno pubblicato i Post Nebbia con Canale Paesaggi! Basta ascoltare le prime due canzoni, “Televendite di quadri” e “La mia bolla”, per capire come l’album sia un qualcosa di diverso ed originale per il panorama musicale italiano. Lontano da tendenze musicale attuali, “Canale Paesaggi” è un concept album che esplora l’esperienza emotiva e sensoriale dello spettatore televisivo, prendendo ispirazione dal flusso commerciale della televisione regionale, da alcuni scritti di David Foster Wallace e dalla nuova comicità americana, come Eric Andre e Tim & Eric. Probabilmente il disco si ispira a qualcosa di elettrofunk combinato ad un rock alla Tame Impala. Molto anni 70/80, potrebbe far pensare ad un Pino D’Angiò dei nostri giorni che si incontra con Neffa. Giusto per rimanere nel circuito italiano. Tastiere acide, bassi pesanti, belli da discoteca. Questo “Canale Paesaggi” è un piccolo tesoro.

La tracklist

  1. Canale paesaggi
  2. Televendite di quadri
  3. La mia bolla
  4. Vietnam
  5. Streaming
  6. Persone di vetro
  7. Interlace
  8. Luminosità alta
  9. Nuoto sincronizzato