Cinque milioni e mezzo gli spettatori per la fiction tv su Nada

Ieri sera La Bambina Che Non Voleva Cantare – La storia di Nada su RaiUno ha catturato 5.582.000 telespettatori. Lo share (di cui si tiene conto) è stato del 23.15% e mi sembra un dato interessante! La fiction tv mi è piaciuta, dimostrando che abbiamo una potenziale grande attrice come Tecla Insolia ed oltretutto già conclamata cantante: prestate attenzione a questo fringuellino labronico che si avvale della consulenza professionale di Gianna Martorella.

Alle critiche lette sui social in cui si raccontava che forse lo sceneggiato era troppo improntato sulla figura della madre, rispondo che non ho colto questa caratteristica; in ogni caso il rapporto con la madre è uno di quei caposaldi su cui si basa anche la biografia scritta da Nada Malanima e che fa da canovaccio a cui la produzione televisiva si è rapportata. Ha infatti dichiarato la regista Costanza Quatriglio.. Ho immaginato La bambina che non voleva cantare dopo aver realizzato nel 2009 il film documentario Il mio cuore umano, ispirato al racconto autobiografico di Nada..