La tempesta passa via, ma bisogna lottare: l’intervista a Bonaventura “Bonny” Ferrara

L’anno scorso è diventato il miglior maître d’Italia! Ha pubblicato il videoclip del brano Storia Vera, dove racconta che da bambino era grassottello e lo prendevano in giro. Ma parla anche di altri aspetti della sua gioventù. Non mi è stato difficile intervistarlo, grazie al buon lavoro fatto da Arianna Del Ponte ..

Bonaventura, buon giorno: l’anno scorso che bello leggere della tua nomina a miglior maitre d’Italia… Salve e grazie per la possibilità! Inaspettatamente è arrivato questo grande riconoscimento dopo anni di impegno e dedizione , posso solo dire lunga vita ai sogni che se ci credi si avverano.
Non sapevo però dei tuoi trascorsi giovanili e nemmeno dell’idea di renderli pubblici con la musica.. Raccontare il passato significa avere consapevolezza dei propri sbagli e delle cadute. Sono un tipo abbastanza riservato , ma la musica mi ha aiutato tanto. Ho raccontato il mio passato e la voglia di rivalsa: la tempesta passa via, ma bisogna lottare.
Io ero timidissimo alle Elementari e mi mobbizzavano, ma anche tu eri preso in giro per l’essere un grassottello. Che ricordi hai di quegli anni? Da bambini non ci sono veli nè filtri: purtroppo sì sono stato preso in giro anche io , ma non mi sono mai abbattuto. Ho cercato sempre di far prevalere il mio carattere e la mia personalità, nonostante gli sfottò…
Possiamo dire che entrambi ci siamo rimboccati le maniche, conquistandoci un posto al sole? Chi non ha vissuto al buio non può capire la luce: adesso sto bene , ma ho ancora molta strada da fare!

Mi sembra bello che tu comunichi questa tua nuova vita con l’uso della musica e di quel tipo di linguaggio moderno… La musica è uno strumento importantissimo, perché mandare sempre messaggi stupidi e grossolani? Ogni tanto ci può stare parlare di temi più leggeri, ma io sento di voler mandare messaggi forti, chiari ,ma soprattutto con significati importanti.
Quali saranno i tuoi prossimi passi? In campo musicale o ancora in un famoso ristorante? Ormai la musica è parte di me: non abbandonerò il ristorante ma ho progetti molto ambiziosi in ambito musicale. Presto ho intenzione di pubblicare un nuovo singolo, e poi chissà…
Ti chiedo di mandare un messaggio ai ragazzi che in questo momento si sentono persi, vittime di qualche momento negativo…Combattete nella tempesta e non mollate mai, perché quando tornerà il sole avrete le spalle larghe per affrontare qualsiasi cosa. Non servono trucchi o sostanze, i problemi si affrontano a crudo, così si forma carattere e personalità da “cazzuti”..