Interfulgent, un viaggio in un paesaggio sonoro transmoderno di Corrado Rustici

Destreggiandosi tra chitarra e studio di registrazione, Rustici è diventato uno dei produttori più apprezzati nel mondo. Dice di lui il nostro diretur Giancarlo Passarella .. Un grande! Non solo musicalmente, ma anche in alcune sue esternazioni. Rifletto sempre sulla sua frase .. Ciò che è Arte è sempre intrattenimento, ma quasi mai l’intrattenimento è Arte .. L’avesse detta un filosofo tedesco del 1800, ora sarebbe sui libri e fonte di tesi universitarie!
Pubblicato anche come cd il suo nuovo disco Interfulgent: il titolo deriva dal latino interfulgĕo e significa “che brilla in mezzo a” o “che brilla attraverso”. Questo nuovo progetto artistico nasce dal desiderio profondo di trascendere le tenebre socioculturali che circondano tutti, con l’aiuto di nuove idee, rappresentate metaforicamente, in copertina, da un oggetto luminoso, foriero di tempi migliori. E’ un lavoro diverso dalle ultime cose che ha curato (penso ad esempio alla collaborazione con Marco Ligabue per il brano Dentro, dedicato alla figlia Viola, ma anche a tutti quelli che sentono la distanza di qualcuno, soprattutto in questo momento così delicato: Interfulgent è descritto come uno sforzo compositivo, fatto per ricollocare la chitarra elettrica in un contesto musicale più contemporaneo. I brani sono caratterizzati da suoni di chitarra unici, creati anche con l’aiuto di un pedale (ideato da Corrado e realizzato per la DV Mark) che dà allo strumento una voce incredibilmente espressiva ed originale. Questa la tracklist dell’album: Halo Drive, Night of the jackal, The man from Yorkshire (Dedicated to A.H.), Black Swan, Anna, Interfulgent, Khetwadi Lane, ZuZu Blues, The waters of Enceladus, G. on a sunny day.

Chiosa il nostro Giancarlo Passarella .. Scusatemi se ritorno all’aspetto filosofico di Corrado Rustici, perché credo vada tenuto in considerazione per poi facilmente intuire come i suoi dischi personali crescono, si sviluppano e cercando una logica visibilità. Troppo semplicistico dire non segue le mode, se queste sono dettate dalla componente industriale di chi lavora nella musica! Per queso voglio sottolineare che entrambi vediamo il poco senso di libertà di cui sono composte troppe canzoni che passano alla radio, perché (come lui ha dichiarato testualmente) .. I Talent Show sono un presente nel quale l’artefatto musicale contiene un po’ di accordi in più dei soliti 4-5 contenuti nelle solite 2-4 misure .. che purtroppo subiamo quotidianamente .. Non ha detto che quella musica l’ascoltiamo ogni giorno, ma che la subiamo e non ci ribelliamo!
Il suo nuovo album si avvale della collaborazione di Alex Argento, che ha suonato le tastiere sulla maggior parte dei brani; i mix e la masterizzazione sono stati curati da Sabino Cannone. È già online il video-poetry del brano Anna, diretto da Giuseppe Marco Albano, con protagonista Nancy De Lucia. Poetico ed evocativo, completamente in bianco e nero, è più di un semplice video musicale, ma quasi una poesia in immagini, capace di trasportare lo spettatore in un altrove lontano e immateriale.