Ora tocca a Parma assumere il ruolo di Capitale della Cultura

Sono stato più volte a Matera durante l’anno 2019 ed ho visto una città simpaticamente rinata, dove tutto faceva cultura: dalle mostre ai set cinematografici, dai gemellaggi con altri paesi alla musica in ogni forma e varietà. Ho molto apprezzato l’idea di fare di Matera il focus di una serie di percorsi culturali che si irraggiavano su tutto il territorio vicino, arrivando financo al mio piccolo paese dei miei avi ossia Calvello. Parma ha tutti i numeri per bissare quello che è stato organizzato in Basilicata, anche perchè i parmigiani da tempo masticano buon rock e penso al Camp Industry ..

Al via l’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura con una inaugurazione lunga tre giorni: Sabato 11, Domenica 12 e Lunedì 13 Gennaio, quando è prevista:

– People of Parma, la grande parata inaugurale per le vie della città
– la cerimonia istituzionale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
– l’inaugurazione di tre mostre – Time Machine. Vedere e sperimentare il tempo; Noi, il Cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile e Parma è la Gazzetta
– la grande letteratura contemporanea con Stefania Auci e Gianrico Carofiglio, la musica e la lirica,spettacoli di videomapping, performance e iniziative che coinvolgono piazze, autobus, ospedali e penitenziari.

Data la vastita del programma (che dura 12 mesi), non è conveniente che io ora faccia un elenco o privilegi un evento rispetto all’altro: andate sul sito ufficiale di Parma 2020 ed organizzate una scampagnata culturale.