Luciano Ligabue ci racconta l’album di inediti “7” e la raccolta “77” + “7”

Una doppia uscita discografica per celebrare 30 anni di una straordinaria carriera

Abbiamo visto Ligabue in forma che mai. Sarà Venerdì 4 dicembre la data in cui sarà fuori il disco di inediti “7” e la raccolta “77+7”una doppia uscita discografica per celebrare i 30 anni di carriera. Spezza con una battuta durante la sua conferenza stampa di oggi coordinata da Riccardo Vitanza di Parole & Dintorni , con la collaborazione di Alessandra Bosi : “Ho vissuto 30 anni senza fare il musicista e 30 anni facendolo”. Un numero speciale il 7, ci racconta Luciano, che ha scaramanticamente preso parte della sua vita, come del resto due “numerologhe” già gli avevano predetto.

Il 7, diventa protagonista di questo nuovo progetto musicale: l’album di inediti “7”, che contiene 7 brani, spunti che Luciano ha ritrovato, riscritto e prodotto ricavandone 7 nuove eccezionali canzoni, e l’imperdibile raccolta “77+7”, con i 77 singoli che hanno fatto la storia del Liga, rimasterizzati nel 2020, oltre ai 7 brani inediti. Luciano ha scoperto che i singoli che hanno fatto la sua storia musicale sono proprio 77, che ci fa capire quanto in questi trent’anni, in media ogni cinque mesi, sia uscito un singolo di Ligabue. Ma c’è stato un periodo ci racconta Luciano, in cui , dopo Buon Compleanno Elvis e Radiofreccia, precisamente nel 1999 aveva meditato di smettere. “Non ero preparato a quella mole di successo e all’isolamento che questo portava con sé”. Gli si chiede allora “Cosa avresti voluto fare?“Non il metalmeccanico, quel lavoro non è stato per me, ma qualcosa che fosse giusto per le mie corde, all’aria aperta”.

Ligabue ci racconta come sia andato sempre avanti, a testa bassa, nonostante le difficoltà, e con grande caparbietà. E questo ce lo dimostrano i numeri. Diversi sono i brani che potrebbero essere in sintonia con il periodo, questo del Covid, di cui si è accennato con i giornalisti, dal “Giorno di dolore” al coraggio di “Niente paura”, ma tutta la musica in fondo può aiutare ad andare avanti, spiega. Quando gli si dice che non si ferma mai, ribatte: “Credo che non ci si possano permettere rimpianti. Mi reputo fortunato a fare questo mestiere, ad avere avuto la possibilità di fare quello che volevo. In effetti ogni 5 mesi e mezzo usciva un singolo, ed ero sempre io a cantare, quindi le radio hanno avuto molta pazienza”.

I 77 singoli l’artista li ha tutti riassunti in un’esclusiva raccolta, unitamente al disco con 7 brani inediti tra cui i singoli “La ragazza dei tuoi sogni” e Volente o nolente (primo vero duetto con ELISA), attualmente in radio e in digitale, il cui video è online (https://youtu.be/-HxVydEcPH4). Il brano “Volente o nolente” in fondo parla di due persone costrette a stare separate che si scambiano desideri con un forte bisogno di saper sperare. E Ligabue l’aveva pensata proprio per Elisa e la sua voce. Su La Ragazza dei tuoi sogni racconta: “Qui c’è il mio bisogno di idealizzare l’elemento femminile. È un’ode alla donna, una donna ideale che chiunque vorrebbe avere al suo fianco. Anche se mi concedo un pizzico di ironia e in conclusione affermo che “finché resta nei tuoi sogni / puoi cercare ancora in giro”. L’album “7” e la raccolta “77+7” sono disponibili in pre-order in tutti gli store digitali: https://ligabue.lnk.to/Sette77

“7” segna la ritrovata collaborazione tra Ligabue e Fabrizio Barbacci, insieme hanno prodotto l’album e rimasterizzato quest’anno i 77 singoli che compongono la raccolta.

Questi i 7 brani che compongono l’album “7”: 1.     La ragazza dei tuoi sogni; 2.     Mi ci pulisco il cuore; 3.     Si dice che; 4.     Un minuto fa; 5.     Essere umano; 6.     Oggi ho perso le chiavi di casa; 7.     Volente o nolente ft. ELISA

Il 19 giugno 2021 Luciano Ligabue tornerà live con “30 ANNI IN UN (NUOVO) GIORNO”, l’evento in data unica, già “sold out” (100.000 biglietti venduti) in prevendita, che inaugurerà la RCF Arena di Reggio Emilia (Campovolo) nel segno della straordinaria carriera del Liga! “È impossibile sapere il futuro. Io ho corso tanto, e questo spesso ti toglie il tempo per riflettere su di te. Che ci piaccia o no, e non piace a nessuno, questa è un’occasione per farlo. Il futuro lo si crea pian pianino.” Spiega Liga in conclusione.